Con Nu’ Tracks musica e arte

Con Nu’ Tracks musica e arte

Promuove l’attesissimo evento dell’estate, il concerto di Dominic Miller a Napoli, mercoledì 14 luglio 2021, alle ore 20.45, nell’incanto seicentesco di Casa Tolentino (monastero di San Nicola da Tolentino). L’Associazione Nu’ Tracks, composta da Stefano Scopino e Anna Evangelista, ha come mission la contaminazione culturale tra le diverse arti, accendendo i riflettori su locations, artisti, progetti diversi accomunati dalla qualità dell’offerta. Hanno realizzato, in pochi anni, diversi festival e rassegne: “Nu’Tracks – vibes from the world”, “Nu Riot”, “Teatro Felice!”, “Aperilive – Casa Tolentino”, “Estate a Napoli – Nu’ Tracks”, tanti concerti e non solo.

È stato un successo il vostro Festival Nu’Tracks – vibes from the world: quando nasce Nu’ Tracks e con quali obiettivi? 

“L’associazione itinerante, costituita nel 2018, nasce dalla nostra voglia di mettere insieme musica e arte in location da riscoprire o valorizzare e su luoghi architettonici e storici poco conosciuti, mescolando il folk con Caravaggio, la poco nota Casa Tolentino con la musica di Miller”.

Come nasce l’incontro con Dominic Miller, chitarrista di Sting e solista di successo?

“Il nostro rapporto con Miller nasce grazie al suo manager, contattato prima del Covid, per il Festival del 2020. L’idea era quella di portare la sua musica, che va dal rock pop al folk acustico al jazz al tango, in un luogo storico e artistico raccolto, non in un palazzetto. Un mese fa, in occasione del tour europeo, ci hanno ricontattato ed eccoci qua, in una la Chiesa dalla capacità di 120 posti. A Miller è subito piaciuta l’idea di creare un concerto intimo, dall’atmosfera unica, in una notte magica; ha detto: “che bello, quando lo facciamo?”. L’artista è già stato a Napoli, in concerto con Sting all’Arena Flegrea. Il nostro obiettivo è quello di portare fuori la parte interiore dell’artista creando un evento unico e irripetibile”.

A Casa Tolentino suona in quartetto.

“ Sì, con lui suonano Rhani Krija, Nicolas Fiszman, Jacob Karlzon. Miller presenta “Absinthe”, registrato con Manu Katché alla batteria, Nicolas Fiszman al basso, Mike Lindup al pianoforte, tastiere e Santiago Arias al bandoneon. Sarà un concerto acustico esclusivo per il Sud Italia”.

Tra i vostri obiettivi vi è quello di lavorare in sinergia con associazioni presenti sul territorio. Quali sono i vostri progetti futuri?

“Si, la nostra idea è quella di creare rete con associazioni, enti pubblici e privati, progetti sociali come “Tammurriata Rossa / Matti per la Birra” (Ass. Venti di Speranza / ASL Napoli 1), Fondazione Italiana “Leonardo Giambrone” per la Guarigione dalla Talassemia, Hamef / Senaso, Arteteca – ludoteche museali contro la povertà educative. I progetti in cantiere sono tanti e viviamo con un po’ di paura i nostri sogni per il futuro. Speriamo di riuscire a realizzarli e di continuare a sognare con il pubblico che per noi è parte integrante dell’evento”.

 

(Nella foto Dominic Miller)

 

 

 

 

Share