Miro Abbaticchio:  #iorestoincuffia

Miro Abbaticchio: #iorestoincuffia

Ha intitolato #iorestoincuffia il suo progetto musicale per il web in tempo di quarantena. Da Bari, ci delizia e ci fa compagnia Miro Abbaticchio, un musicista nato a Napoli, erede di una famiglia d’arte, ma presto trasferitosi in Puglia, dove ha studiato e dato vita al suo percorso e alle sue creazioni. La sua specialità è la musica da film. E’ stato, infatti, insignito del premio Sonora 2008 per il miglior spettacolo dedicato alla musica da film.

Con il Polaris Duo, creato con l’amico e collega Giuseppe Massarelli, l’artista porta i suoi concerti, con due pianoforti o con un pianoforte a quattro mani, in giro per l’Italia e all’estero. “Il nostro impegno artistico innovativo – spiega – è quello di proporre un suggestivo “viaggio” di scoperta e conoscenza dell’ascoltatore – spettatore, il quale è fruitore partecipe e protagonista”.

Miro Abbaticchio con Steve Hackett dei Genesis e Giuseppe Massarelli

Da anni si dedica all’orchestrazione con strumenti virtuali, componendo suoi brani o arrangiando colonne sonore firmate, tra gli altri, da Hans Zimmer, Thomas Newman, Vangelis, Keith Emerson. Così portano la sua firma gli arrangiamenti di film come Blade Runner, Basic Inst

inct, 1997 fuga da New York, Inception (prima performance sul web che unisce la musica alle immagini), Terminator e di serie televisive quali X files, The persuaders Ufo, Starsky & Hutch. “Alcuni di questi grandi hanno rappresentato la mia formazione – spiega Miro – Oltre ai Beatles, Emerson, Lake e Palmer, i Genesis, John Williams,penso a Jerry Goldsmith, Alan Silvestri, J.Horner, che ho ascoltato e riascoltato, amandoli”.

Ideatore di progetti dedicati alle bellezze e all’arte della Puglia, con video sonorizzati per il web, Abbaticchio, tra le pareti di casa, continua a lavorare e produrre musica originale per immagini, nei suoi lavori fanno da sfondo i Musei, i monumenti, le pietre storiche, le cattedrali, i fari, le feste pugliesi. “Ci auguriamo che il nostro possa diventare un progetto-pilota per altre località”.

Ispirato anche dalla letteratura e dalle parole, il poliedrico compositore si dedica a trascrizioni, elaborazioni e arrangiamenti per contenuti di diverso genere: dai testi biblici agli storici, ai filosofici, all’arte; dalla scienza al cosmo. Per il Giubileo ha partecipato ad un concerto per due pianoforti in Vaticano, eseguendo musiche tratte da film biblici (Ben-Hur, Mosé, Il Re dei Re ed altri ancora).

Otto album all’attivo, l’ultimo “Microm”, è un perdersi nell’universo e nella sua forza. “Un viaggio verso la vita, verso la mia terra, verso il mondo – afferma – che non smette mai di sorprenderci e d’insegnarci cose nuove e meravigliose”.

 

INFO

https://www.miroabbaticchio.com/

http://https://www.youtube.com/playlist?list=PLRYgZB_y4Z1wBf0lw3ImWExWdWL736jHa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share