Patroni Griffi: in scena i suoi personaggi strafottenti

Patroni Griffi: in scena i suoi personaggi strafottenti

Gaia Aprea in scena

Gaia Aprea in scena

Si apre il 3 novembre (in scena fino a giovedì 13) al Ridotto di Napoli con “D’estate con la barca” interpretato da Gaia Aprea e diretto da Luca De Fusco, la rassegna Storie naturali e strafottenti dedicata dal teatro Mercadante di Napoli a Peppino Patroni Griffi e ispirata nel titolo al suo celebre lavoro. Cinque messinscene realizzate da giovani registi, ad eccezione di De Fusco e Rigillo, che appartengono alla generazione precedente. “Vogliamo fare del Ridotto un vero e proprio laboratorio – dichiara il direttore dello Stabile partenopeo – nel quale cerchiamo di raccontare gli scrittori del dopoguerra”. Dopo Ortese e La Capria, dunque, la scelta cade su Patroni Griffi, autore troppo spesso dimenticato o sottovalutato, che fu non solo narratore e romanziere, ma anche drammaturgo.

D’estate con la barca è il racconto della gita in barca lungo la costa di Posillipo a Napoli di due coppie di ragazzi; una gita per fare l’amore, lontano dal mondo, i suoi divieti, le sue ipocrisie. Una bellissima giornata di sole e di ardori giovanili su cui piomba, inaspettata e beffarda, la morte.

Seguirà il 9, 10 e 11 gennaio al Teatro Mercadante. Il mio cuore è nel Sud diretto e interpretato da Mariano Rigillo. Ballata in versi e prosa con musiche di Bruno Maderna, eseguite dal vivo dall’Orchestra del Teatro di San Carlo. E’ la storia di una giovane donna sedotta dal canto malinconico e solitario che giunge oltre le mura delle case, di un ignoto prigioniero sepolto in un carcere. La donna non sa nulla dell’uomo, eppure se ne innamora, preda di uno smarrimento emotivo e esistenziale senza ritorno.

Rigillo era per Patroni Griffi come Mastroianni per Fellini”, precisa De Fusco. E l’attore ricorda il ruolo del travestito, protagonista del celebre film nel ’74. “Il mio è stato un lungo sodalizio con Peppino – rammenta – e per questo progetto ho preferito un radiodramma del ‘50, poco conosciuto ma particolarmente significativo perché fu musicato da un grande artista: Bruno Maderna. Interpreterò il racconto come l’ha scritto l’autore, che amava la poesia americana e il blues. E’ una storia che riguarda tutto il Sud del mondo e questa sinfonia la rende universale”.

Mariano Rigillo

Mariano Rigillo

A seguire, dal 22 gennaio al 1 febbraio 2015, al Ridotto, andrà in scena La morte della bellezza con la regia di Benedetto Sicca, che lo interpreta insieme a Mauro Lamantia. Pubblicato nel 1987 il romanzo è ambientato a Napoli negli anni della seconda guerra mondiale. “E’ per me un triplo salto mortale – dice il giovane regista – Il linguaggio è meraviglioso e riesce a parlare di oscenità con bellezza. Non c’è scandalo”.

Quarto spettacolo del programma, in scena al Ridotto dal 12 al 22 febbraio 2015, Ragazzo di Trastevere, con la regia di Giuseppe Sollazzo. Protagonista del racconto del 1951 è Otello, giovane sottoproletario bello e senza scrupoli che, pure essendo sposato, si prostituisce con ricchi omosessuali, intrattenendo con alcuni di essi delle vere e proprie relazioni.

Chiuderà la rassegna lo spettacolo La notte blu del tram con la regia di Pino Carbone, interpretato da Francesca De Nicolais, in scena al Ridotto dal 5 al 15 marzo 2015. Scritto nel 1948 è il racconto dell’iniziazione al sesso di Eugenio, ragazzino di tredici anni, avvenuta su un tram ad opera di uno sconosciuto.

Il calendario di spettacoli sarà affiancato da una serie d’incontri e dibattiti sull’autore a cura di Mariano D’Amora. Si comincia martedì 4 novembre alle 18.00 allo spazio Libri&Caffè del Mercadante, con i primi due registi.

 

Biglietti

Sono disponibili, ma solo fino al 12 novembre, mini abbonamenti ai 5 spettacoli al costo complessivo di 30 euro; successivamente l’ingresso ai singoli spettacoli è di 15 euro. Per lo spettacolo D’estate con la barca, su ogni ingresso al costo di 10 euro è previsto un secondo ingresso omaggio. E’ possibile acquistare presso la Biglietteria del Teatro Mercadante e, online, sul sito: www. vivaticket.it

Share