Ron Carter

Ron Carter

Ron Carter

Ron Carter

Ron Carter, classe 1937, è considerato tra i massimi bassisti del nostro tempo, per originalità, tecnica e risultati raggiunti. Vanta oltre duemila album al proprio attivo e collaborazioni prestigiose – tra i tanti – con Tommy Flanagan, Gil Evans, Lena Horne, Bill Evans, B.B. King, Kronos Quartet, Dexter Gordon, Wes Montgomery e Bobby Timmons.

All’inizio degli Anni Sessanta, si è esibito a lungo negli Stati Uniti con Jaki Byard e Eric Dolphy, e in Europa con Cannonball Adderley.

Dal 1963 al 1968, ha fatto parte del leggendario Miles Davis Quintet. Con il pianista Kenny Barron, il bassista Buster Williams e il batterista Ben Riley, nel 1976 Carter forma il suo primo quartetto, in cui utilizza un basso “piccolo”, con un’accordatura più alta del basso standard. L’anno successivo va in tournée con il gruppo che riunisce i vecchi amici Herbie Hancock e Tony Williams, insieme ad altri strumentisti del calibro di Wayne Shorter e Freddie Hubbard. Nel 1980 si unisce al quartetto capitanato da Sonny Rollins, in cui sono confluiti anche McCoy Tyner e Al Foster. L’anno dopo riprende il sodalizio con Hanckock e Williams, con Wynton Marsalis alla tromba: con questo quartetto si esibisce in USA, Europa e Giappone.

É stato nominato Bassista del decennio dal Detroit News, Bassista Jazz dell’anno dalla rivista Downbeat, Migliore Musicista dalla National Academy of Recording Arts and Sciences.

Nel 1993 Ron Carter vince un primo Grammy Award con il gruppo The Miles Davis Tribute Band ed un altro nel 1998 per Call ‘Sheet Blues, una composizione strumentale tratta dal film ‘Round Midnight.

Ha tenuto corsi e masterclass di jazz per numerose università americane. É stato Direttore artistic dell’Istituto di Jazz intitolato a Thelonius Monk, a Boston, ed è tuttora Professore emerito press oil dipartimento di Musica del City College di New York.

 

 

 

Share