Soave sia il vento, in musica

Soave sia il vento, in musica

Wunderkammer teatro "Sonata Irregolare Per Anime Inquiete"

Wunderkammer teatro “Sonata Irregolare Per Anime Inquiete” (foto di Giancarlo De Luca)

E’ dedicato al Barocco il “Festival internazionale di Musica antica”, ideato dalla Fondazione Pietà de’ Turchini di Napoli, diretta da Federica Castaldo. La prima edizione di “Soave sia il vento” propone Napoli negli itinerari musicali europei tra Sei e Settecento. Fino al 14 febbraio 2015, per otto fine settimana, la musica sarà la protagonista assoluta. Trentacinque appuntamenti per recuperare pagine sconosciute della musica di quel periodo, dando attenzione alle giovani eccellenze, promuovendo i talenti, accostando la musica ad altre arti e ad altri spazi. Il festival, infatti, si svolgerà in differenti e varie location. Alla sede storica del Centro di Musica Antica Pietà de’ Turchini, la seicentesca chiesa di Santa Caterina da Siena, si aggiungono quella di San Rocco, la Galleria Palazzo Zevallos Stigliano, il Museo Pignatelli, la società di Storia Patria, l’Auditorium di Ravello, il teatro Cimarosa di Aversa. Ma anche in atelier e gallerie private.

La multiforme proposta vede l’incontro con la letteratura, e si discuterà della musica nel cinema con Diego Nuzzo.

 

Dal 5 al 7 dicembre

Una scena del "Don Giovanni"

Una scena del “Don Giovanni”

Nel prossimo week-end, la rassegna di musica antica celebra il compositore Niccolò Jommelli con tre giornate di studio internazionali tra Aversa e Napoli. Oltre al concerto “Jommelli e i suoi Maestri”, in programma sabato 6 dicembre alle ore 21 presso Palazzo Zevallos Stigliano, venerdì 5 dicembre (ore 21) l’appuntamento è dedicato al teatro a cura di Wunderkammer. Nei suggestivi spazi della Chiesa di Santa Caterina da Siena andrà in scena “Sonata Irregolare Per Anime Inquiete” di Massimo Smith e Maurizio Tieri. Lo spettacolo narra gli ultimi giorni di vita di Wolfgang Amadeus Mozart in una pièce al confine tra ironia e sogno.

Continua sabato 6 dicembre (ore 18) con la rassegna di cinema d’autore “Ad occhi aperti” a cura dell’Associazione Wunderkammer, presso la Chiesa di San Rocco a Chiaia (via Riviera di Chiaia 254) con il film “Don Giovanni”, di Joseph Losey (1979). La pellicola costituisce la trasposizione cinematografica del capolavoro mozartiano. A presentare il film, Diego Nuzzo e Stefano Valanzuolo.

Domenica 7 dicembre (ore 10.30) l’Associazione Progetto Museo propone la visita alla Chiesa dei Girolamini e alla Cappella del Tesoro di San Gennaro nel Duomo.

Alle ore 18 presso la Chiesa di San Rocco a Chiaia, manifestazione napoletana dedicata al pianoforte, con Mario Merola che presenterà “Omaggio a Scarlatti” e a seguire Giosi Cincotti con “Composizioni originali ed elaborazioni”.

 

Il programma

Nella ricca proposta, uno spazio è dedicato anche all’Opera Buffa, fenomeno musicale partenopeo, che produsse opere e commedie. Ai nuovi talenti che formano l’“Ensemble talenti vulcanici”. Al gruppo strumentale giovanile del quartiere Montesanto, “La Scalzabanda”, che si esibirà nella Villa Pignatelli a Napoli.

Il concerto di chiusura, a febbraio 2015, intende rivalorizzare alcune vocalità perdute, come quella dei castrati.

 

Share