Teatro di San Carlo, stagione 2021/2022

Teatro di San Carlo, stagione 2021/2022

Ricca di grandi nomi, debutti, celebri opere e balletti, nuovi progetti, la nuova Stagione 2021/22 del Teatro di San Carlo di Napoli, presentata dal sovrintendente Stéphane Lissner, si annuncia importante e preziosa, nell’ottica di una ritrovata normalità. Il Lirico riparte con due nuove produzioni e una doppia inaugurazione: il prossimo ottobre, con il nuovo allestimento de La Bohème di Giacomo Puccini per la regia di Emma Dante, direttore Juraj Valčuha; a novembre, l’apertura della Stagione lirica 21/22, con Otello di Giuseppe Verdi diretto da Michele Mariotti, per la regia di Mario Martone e Jonas Kaufmann nel ruolo del titolo.

500 i posti disponibili all’interno e 1000 all’esterno, dodici opere in cartellone, due spettacoli legati alla lirica, quattro balletti, venticinque concerti. Tante le superstar e gli attesi debutti: Lisette Oropesa sarà Elvira nei Puritani; Lawrence Brownlee interpreterà Elvino ne La Sonnambula; Elena Stikhina sarà Tat’jana nell’Onegin. Tornano al San Carlo Piero Pretti/Cavaradossi, Ildar Abdrazakov/Scarpia, Brian Jagde/Samson.

Tante le collaborazioni del Lirico con i più importanti teatri del mondo: Massimo di Palermo, Wiener Staatsoper, Komische Oper Berlin, Real di Madrid, Staatsoper Unter den Linden Berlin e un’ampia rete per la coproduzione dello spettacolo 7 Deaths of Maria Callas, spettacolo di Marina Abramovich e Marko Nikodijević. Molte le novità dell’intensa Stagione: la Cantata per soli, coro, organo e orchestra di Pasquale Cafaro, in programma il 15 settembre in occasione della festività di San Gennaro. Il Festival pianistico con i più grandi musicisti del panorama mondiale: Daniel Barenboim,Yuja Wang, Alexandra Dovgan, Beatrice Rana, Bertrand Chamayou, Rafal Blechacz e Benjamin Grosvenor. Grande attesa per la serata di Sondra Radvanovsky raffinata interprete, il 19 e il 22 febbraio 2022, de Le tre regine, Finali dalle Opere di Gaetano Donizetti, Anna Bolena, Maria Stuarda, Roberto Devereux (Elisabetta); sul podio Riccardo Frizza.

E ancora, l’Accademia di canto diretta da Mariella Devia che il prossimo luglio selezionerà dieci voci da formare e inserire nelle future programmazioni. Imperdibile la “Scuola per il Settecento” al Teatrino di Corte. La domenica pomeriggio si terranno i concerti di “Musica da camera” con i professori d’orchestra della Fondazione.

A gennaio 2022, imperdibile Lucia di Lammermoor nella rilettura di Gianni Amelio. Sul podio Carlo Montanaro, sul palco Gabriele Viviani, Nadine Sierra, Pene Pati e Alexandros Stavrakakis. A febbraio torna Aida di Verdi, dopo l’incantevole concerto della scorsa estate in piazza del Plebiscito, con la regia di Franco Dragone, la direzione di Michelangelo Mazza al suo debutto sancarliano. Le star in cartellone sono Anna Netrebko e Anna Pirozzi in alternanza nel ruolo del titolo, Yusif Eyvazov e Stefano La Colla per Radamès, Ekaterina Gubanova e Agnieszka Rehlis per Amneris. Altro recupero, a marzo/aprile, di Mozart del Così fan tutte, in coproduzione con Wiener Staatsoper, per la regia di Chiara Muti, direzione di Dan Ettinger. Dal 20 aprile al 3 maggio 2022 andrà in scena la Tosca di Puccini diretta Juraj Valčuha con la regia di Eduardo De Angelis e le scene di Mimmo Paladino.

Mario Martone nella foto di Marco Ghidelli

Fra i concerti attesi i Vier letze Lieder diretti da Juraj Valčuha con il soprano Lise Davidsen ; il recital di Pretty Yende accompagnata al pianoforte da Michele D’Elia ; il programma mozartiano diretto da Dan Ettinger con splendide arie da concerto interpretate da Rosa Feola; il concerto del soprano Olga Peretyatko con Elena Bashkirova su pagine del repertorio russo; le musiche per il balletto Pulcinella di Stravinskij dirette da Ingo Metzmacher con le voci soliste di Adriana Di Paola, Giulio Pelligra e Dario Russo.

In cartellone una grande Stagione di balletto, con il nuovo direttore del balletto Clotilde Vayer, che presenta celebri opere, da Il lago dei cigni nella versione di Partice Bart, ai Maestri del XX secolo a Romeo e Giulietta di Prokof’ev.

Nel mese di settembre 2022, al Teatro Politeama, in cartellone il dittico che include la creazione di Hans Van Manen su musiche di Astor Piazzolla 5Tangos, e il balletto ideato da William Forsythe In the Middle, Somewhat Elevated, musiche di Thom Willems.

Ricca la Stagione concertistica che sarà inaugurata, il 27 novembre 2021, da Michele Mariotti che dirigerà l’Orchestra del Teatro di San Carlo e dal pianista Alessandro Taverna.

La Stagione 2021/2022 è possibile anche grazie a “Concerto d’Imprese”, giunto al terzo anno di vita, progetto sostenuto da un gruppo di eccellenze imprenditoriali del territorio campano. Un affiatato team al lavoro, dal soprintendente alla direttrice generale Emmanuela Spedaliere, al direttore dell’area artistica Ilias Tzempetonidis, al settore comunicazione, alle maestranze, ai giovani, al pubblico, per regalare una Stagione costruita insieme.

 

 

 

 

Share