Omaggio a Rachmaninov

Maresa Galli

Villa Pignatelli

Giovedì 10 maggio, nella Veranda Neoclassica di Villa Pignatelli, un nuovo appuntamento della quindicesima edizione del Maggio dei Monumenti – Maggio della Musica con il  trio composto da Laura De Fusco, pianoforte,  Gabriele Pieranunzi, violino, Shana Dawnes, violoncello. Laura De Fusco, formatasi alla scuola di Vincenzo Vitale, vanta intensa e lunga attività concertistica internazionale. Gabriele Pieranunzi è ormai di casa all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, alla Chigiana di Siena, al Regio di Torino, al San Carlo di Napoli, al Carlo Felice di Genova, al Festival dei due Mondi di Spoleto. Shana Dawnes, violoncellista statunitense, suona sin da bambina. Dopo aver ricevuto il premio Musica da Camera al concorso Rostropovich di Parigi ha partecipato alle più importanti stagioni dedicate alla musica da camera. Diplomatasi di recente in Interior Design all’Istituto europeo di Design, intercala brillantemente le sue due passioni.

Al pubblico del Maggio propongono un programma dedicato a Sergej Vasil’evič Rachmaninov: il Trio elegiaco n. 1 in sol minore op. post, scritto nel 1984 per la morte dell’amico e Maestro Čajkovskij. Un lavoro superbo, impegnativo che dura quasi tre quarti d’ora, evocando il Trio op. 50 di Čajkovskij da lui dedicato al maestro Nicolaj Rubinstein. Subito dopo l’esecuzione del Trio elegiaco n. 2 in re minore op. 9, scritto nel 1892 ma pubblicato a Mosca anni dopo la morte dell’autore esule in California. Composizione che consta di un unico movimento, lugubre secondo la sensibilità intima e “timbrica” di alcune pagine estreme di Liszt, non mancherà di affascinare il pubblico.

Il concerto taglia il nastro del Maggio della Musica che propone quattordici appuntamenti firmati dal maestro Michele Campanella e ideati e organizzati dall’Associazione Maggio della Musica. La prestigiosa rassegna (5 maggio – 27 novembre) è unica nel suo genere per offerta qualitativa e per la scelta di luoghi d’arte. Si avvale della collaborazione della Soprintendenza Speciale per il Polo Museale e ha quale main sponsor la BNL Gruppo BNP Paribas.

“Intorno all’irrinunciabile dorsale classica e romantica divisa fra letteratura per pianoforte solo e per le diverse formazioni da camera – spiega il direttore artistico – si è accentuato il desiderio di portare in ulteriore e mutevole luce il patrimonio musicale fortemente identitario della canzone napoletana d’arte, attraverso proposte vicine al belcanto del teatro musicale di Rossini e Donizetti ma anche in formule di reinvenzione timbrica e linguistica”.

Il variegato cartellone propone, tra l’altro, il duo pianistico italo-americano dei fratelli Antony e Joseph Paratore; Peppe Servillo con i Solis String Quartet per una rivisitazione di melodie napoletane, “Spassiunatamente”; lo stesso Campanella interprete, per la prima volta con il violinista russo Boris Belkin, di capolavori di Mozart, Schubert e Franck.

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web