One man show per Steinbeck

Redazione

Dal 9 al 14 novembre 2021 va in scena al Teatro Bellini di Napoli, Furore, tratto dal romanzo di John Steinbeck, nell’ideazione e voce di Massimo Popolizio e l’adattamento di Emanuele Trevi.

Più che a una «riduzione», – scrive Tirelli – riteniamo che un progetto drammaturgico su Furore debba tendere a esaltare le infinite risorse poetiche del metodo narrativo di Steinbeck, rendendole ancora più evidenti ed efficaci che durante la lettura. Raccontando la più devastante migrazione di contadini della storia moderna, Massimo Popolizio darà vita a un one man show epico e lirico, realista e visionario, sempre sorprendente per la sua dolorosa, urgente attualità. Il controcanto è affidato al caleidoscopio di suoni realizzati dal vivo dal percussionista Giovanni Lo Cascio.   (Emanuele Trevi)

Così arrivano a noi le condizioni di vita dei braccianti sospinti in California dalle regioni centrali degli Stati Uniti, soprattutto dall’Oklahoma e dall’Arkansas, nell’estate del 1936, il giornalista John Steinbeck indagò sulle terribili tempeste di sabbia e sulla conseguente siccità che avevano reso sterili quelle terre coltivate a cotone. Il risultato di quell’indagine fu una serie di articoli da cui l’autore americano generò, tre anni dopo, nel 1939, il romanzo Furore. Lo scrittore riuscì a trasformare quella esperienza giornalistica, umana e politica in grande letteratura.

(foto di Federico Massimiliano Mozzano)

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web