Parola sovrana

Redazione

Una scena
Una scena

Dopo aver conquistato il pubblico televisivo grazie a Zelig. Grazie al personaggio dell’archeologa che insegna il tuscolano. Dopo i consigli per gay, l’amore e il fidanzamento, Alessandro Fullin porta in scena la sua scrittura. Comico, drammatico, allegro e triste, l’attore triestino legge se stesso con Fullin legge Fullin, al Nuovo Teatro Sanità di Napoli il 16 e 17 gennaio.

Uno spettacolo “leggermente autoreferenziale”, scritto con Mario Angioni, che lo vede vivace monologhista. Passa dalla lettura della lista della spesa alle lettere d’amore, attraversando tutti gli stati d’animo. Nel tentativo di ripercorrere la sua vita, Fullin mette in piedi un’altalena di emozioni che va da attimi di puro divertimento a momenti dall’accento più malinconico, mostrandosi eccentrico e sensibile.

Lui, amante della parola scritta, in un’ora di spettacolo, la porta alla ribalta, rilanciandola agli spettatori come fa con i suoi quotidiani tweet.

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web