Letti Disfatti, ricorda con rabbia

Anita B.Monti

Daniela Cenciotti e Fabio Brescia
Daniela Cenciotti e Fabio Brescia

Lui non c’è più, è appena morto di Aids. L’ultimo amante e l’ex moglie s’incontrano per definire questioni legali. Si scambiano accuse, rivangano il passato. Si aggrediscono e si perdonano, in un alternarsi di ira, nostalgie e dolori. E’ il plot di Letti disfatti di Angela Matassa, Daniela Cenciotti, Fabio Brescia, che sarà in scena dal 16 al 18 ottobre al Circolo Teatro Arcas e il 24 e 25 ottobre al Teatro Sancarluccio di Napoli. Le scene sono di Anna Barone, i costumi di Simone Cisale

Nei panni dei protagonisti Daniela Cenciotti e Fabio Brescia, mentre Riccardo Torrente è il figlio adolescente della donna e del compianto marito.

Letti disfatti è una storia di dolore e di solitudine, ma soprattutto d’amore. Un amore diverso, distrutto dalla malattia, che mette in luce il difficile rapporto con il perbenismo, l’ipocrisia, la cosiddetta ‘normalità’. Un amore garantista per la donna, coraggioso per l’amante, vera “unica vedova”.

L’omosessualità rivelata, lo sconforto, il lutto, la perdita sono gli argomenti affrontati dal testo, rivelati dall’incontro di due personalità così diverse, eppure unite allo stesso uomo dal più esclusivo dei sentimenti.

Il tema è moderno, sempre al centro del dibattito sociale ed etico, lo spettacolo vuol offrire un contributo alla battaglia contro la superficialità, la scarsa conoscenza, l’approssimazione, che contraddistinguono tutt’oggi la nostra contemporaneità, ancora colpevole di discriminazione e omofobia.

“La drammaturgia di Letti disfatti si rifà a Osborne,- spiega Fabio Brescia, che lo dirige – la mia regia, molto presuntuosamente, a Bergman. Ed è questo complicato equilibrio tra profondità e superficie, tra “intimo” e “dichiarato”, tra “non detto” e “urlato” a farne, a mio avviso, uno spettacolo seriamente moderno. Letti disfatti metterà lo spettatore di fronte a una scelta: abbandonarsi al dolore che provano i personaggi, condividendolo, o prenderne le distanze per esorcizzarlo”.

Lo spettacolo, prodotto da I Due della Città del Sole e da Titania Teatro, girerà in Campania, e sarà poi rappresentato a Roma.

Venerdì e sabato lo spettacolo andrà in scena alle ore 21:00; domenica alle 18:30.

Dato il numero limitato di posti, si consiglia di prenotare (Circolo Teatro Arcas 081 595 5531).

 

 

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web