Rigillo: un recital e un premio

Redazione

Il Positano Teatro Festival 2014 (diretto da Gerardo D’Andrea) chiude i battenti. Sul sagrato della Chiesa Madre venerdì 29 agosto alle 21,30, andrà in

Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini
Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini

scena ‘O culore d’ ‘e parole con Mariano Rigillo, Anna Teresa Rossini e Marco Zurzolo, omaggio/ricordo per Eduardo De Filippo. “Incuriositi dalle parole con cui Eduardo presenta se stesso poeta nella quarta di copertina del volume pubblicato da Einaudi nel 1975, leggemmo quelle poesie. – spiega l’attore, che ha curato lo spettacolo. – Ci prendemmo gusto! Adesso abbiamo pensato di farle sentire anche a voi, sperando che possiate prenderci gusto tutti e concordare con noi che trent’anni fa l’Italia non perse solo un grande attore e un grande drammaturgo, ma anche un grande poeta.”

 

Nel corso della serata sarà consegnato a Mariano Rigillo il Premio Pistrice – Città di Positano

 

Questa la motivazione:

Figura tra le più eclettiche del teatro italiano, ha sempre espresso grande profondità e modernità in ogni sua interpretazione, sin dai primi anni della sua straordinaria carriera, in cui è stato un coinvolgente ed insuperabile Masaniello nello spettacolo cult scritto da Elvio Porta e Roberto De Simone, nonché dissacrante Mariacallàs in “Persone naturali e strafottenti”di Giuseppe Patroni Griffi. Proprio diretto da Patroni Griffi si è calato poi più volte nei ruoli più emblematici del teatro  Vivianeo e Pirandelliano, sempre con eleganza e rigore.

Negli ultimi decenni, recitando sia i personaggi immortali usciti dalla penna di autori quali Eschilo, Shakespeare e Moliere, che quelli descritti dai grandi drammaturghi del ‘900 come Brecht e Miller,  si conferma come uno dei più grandi attori della scena contemporanea, uno dei pochi autentici portavoce della sempre più rara arte teatrale.

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web