Rivisitando il Mito

Redazione

"La scelta" - una scena
“La scelta” – una scena

Dal 5 al 7 novembre la compagnia Schegge di Mediterraneo sarà al teatro Galleria Toledo di Napoli per presentare Lo sguardo di Orfeo, ispirato al testo omonimo di Marìcla Boggio. Continua il percorso di ricerca di Consuelo Barilari, affiancata da Christian Zecca, con la rivisitazione dei grandi temi offerti dalla tragedia greca.

Un progetto complesso, imperniato attorno al Mito di Orfeo, all’interno del quale si sviluppano, in sei distinti atti scenici, tematiche arcaiche sempre attuali, quali il binomio di Amore e Morte, la catàbasi, ovvero la discesa agli Inferi, il maschile e il femminile, l’omosessualità, la violenza e il sacro,  il dolore e il disincanto, la musica.

Alle pièces faranno da coro gli studenti dell’Accademia di Belle Arti e del Liceo Artistico, che animeranno un live-paint act sotto la guida sapiente di Carlo Simoni (attore, regista, pittore), mentre sulla scena gli allievi della scuola di Genova, La Quinta Praticabile, saranno giovani interpreti alla ricerca della felicità e della poetica dell’arte, dentro il mistero intrinseco della vita. Con Carlo Simoni  e Ludovica Baiardi, Giovanni Bonavera, Nicola  Camurri, Anna Luisa Manella, Marco Mesmaeker, Giovanni Tacchella, arrangiamenti musicali al pianoforte di Gianluca De Pasquale.

GLI EPISODI:

1 – ORFE’ IL POETA – omaggio a Pier Paolo Pasolini

2– ERACLE – omaggio a Euripide, la tragedia classica modernamente rivisitata

3 – LAZZARO – L’amore di Cristo e la resurrezione

4 – EPILOGO – la conciliazione, ma anche la noiosa felicità di essere eternamente insieme

5 – MARCO E GIORGIA – fatto di cronaca

6 – LA SCELTA – L’amore etero e l’amore trans

 

Il progetto nasce da un programma di Ricerca Teatrale, Il Femminile e il Maschile nel Mito, realizzato, con approfondimenti anche in campo sociologico e filosofico, dal 2012 a oggi nell’ambito del Festival dell’Eccellenza al Femminile di Genova, a cui hanno partecipato, nel corso degli anni,  importanti studiosi e grecisti europei tra cui Eva Cantarella e Claudio Magris, tra numerosi altri incisivi nomi della letteratura e del teatro. Il progetto più specificamente teatrale è nato nel settembre 2014, , con l’intento di unire elementi e personalità diverse, in un lavoro di ricerca corale che ha visto inizialmente il coinvolgimento dei registi Consuelo Barilari, Duccio Camerini, David Gallarello e MarcoAvogadro, in collaborazione con il Teatro Tor Bella Monaca. Seguendo questo filone di ricerca, Lo Sguardo di Orfeo propone una riflessione critica sul maschile nel mito, analizzando atteggiamenti e comportamenti verso tematiche come l’amore, la sessualità e il rapporto di coppia: Orfeo, figura archetipica del mondo maschile, è il punto di partenza di un racconto teatrale che affronta anche le questioni e i cambiamenti nella società del nuovo millennio.

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web