Rock: Napule’s power

Maresa Galli

La mostra ROCK!, ideata e organizzata da Michelangelo Iossa e Carmine Aymone, tra le chicche ha presentato al PAN, Palazzo delle Arti di

Edoardo Bennato

Napoli, la compilation Napoli strizza l’occhio al Rock, vol.1 (SuonidelSud – Edel), in collaborazione con SuonidelSud e MagicSolution. Il variegato cd, che si avvale della produzione esecutiva di Antonio De Guglielmo e della spumeggiante copertina di Angelo Formisano, si collega, con il titolo, proprio alla mostra che di anno in anno guadagna sempre più consensi e si arricchisce di sezioni ed ospiti internazionali. L’album include i migliori artisti espressione del “sound ‘e Napoli”, dal r’nb’ degli Showmen alla fusion dei Napoli Centrale (feat. Lucio Dalla, artista delle emozioni) e di Tullio De Piscopo, dal prog-rock degli Osanna (con David Jackson dei Van der Graaf Generator), di Gianni Leone & Balletto di Bronzo e di Jenny Sorrenti & Saint Just Again, alla world music di Tony Esposito (feat. Rino Zurzolo), Enzo Avitabile (feat. Khaled), Alan Sorrenti. Il ponte con la musica ribelle, “contaminata” degli anni a venire è quello dei 99 Posse (feat. Speaker Cenzou e Jovine), di Daniele Sepe, di Jovine, dei Sud Express (feat. Raiz e Daniele Sepe), è il rock evergreen di Edoardo Bennato (“Uno buono”), di Mario Fasciano (feat. Ian Paice dei Deep Purple, Don Airey dei Colosseum e Rob Townsend dei Genesis) e dei Moby Dick; intensi i versi poetici di Enzo Gragnaniello che canta la sua “Cercami”.

Diciassette brani raccontano la storia del sound più originale degli ultimi trent’anni, capace di esprimere poesia, rabbia, acidi versi, impegno, il tutto condito da ottima musica nata all’ombra del Vesuvio e diventata stile unico, il Napule’s Power, una filosofia di vita che ancora influenza le nuove generazioni.

 

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web