Sensi ed emozioni

Redazione

Tra le compagnie che partecipano al Fringe Festival, una sola è napoletana: il Teatro dei sensi Rosa Pristina. Allievi di Enrique Vargas nel suo laboratorio napoletano, hanno continuato il lavoro e applicato il metodo, in riferimento alla città. Secondo lo stile del maestro colombiano, puntano sull’interiorità, sulle emozioni, proponendo un viaggio in un luogo immaginario attraverso tutti i sensi. Le briciole sulla tavola (al Ridotto del Mercadante l’8 e il 9 luglio) è organizzato come un percorso al quale accede uno spettatore ogni cinque minuti per una durata di quaranta. “Tutte le esperienze che viviamo si sedimentano nel corpo. – spiega la regista Susanna Poole – Gli odori e i sapori familiari, i gesti ripetuti, i suoni delle voci e dei luoghi, il conforto e le inquietudini che suscitano in noi, costruiscono una memoria antica che riecheggia a ogni nuova esperienza. La memoria del corpo è come un iceberg: conosciamo la parte emersa, ma è il sotto che ci unisce, è lì che possiamo davvero incontrarci”.

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Nuovo progetto

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web