Storie di eterno patriarcato

Angela Matassa

IL CELEBRE REGISTA PORTA IN SCENA LA CRUDELTA’ MASCHILE

 

E’ la teatralità che deve attraversare lo spettatore” spiega Daniel Veronese, presentando la messinscena di Brevi interviste con uomini schifosi, lo spettacolo tratto dai racconti dell’americano David Foster Wallace, che andrà in scena dall’1 al 6 febbraio 2022 al Teatro San Ferdinando di Napoli. Otto monologhi maschili, trasformati dal regista e drammaturgo argentino in dialoghi a due, per raccontare la crudeltà dell’uomo sulla donna. “Ma nessun maschio – precisa – maltratterà fisicamente la compagna”.

Due attori, giovani ed acclamati talenti,Paolo Mazzarelli e Lino Musella, si scambieranno i ruoli tra uomo e donna per ricreare le situazioni proposte dal regista, che immagina monosillabi o brevi frasi pronunciate dalle donne, che nel testo originale non compaiono, in una dialettica che mette in luce le fragilità, le gelosie, il desiderio di possesso, la violenza, il cinismo insiti nei rapporti affettivi. “In ogni Paese ho affidato il lavoro ad attori del luogo”- spiega Veronese – e ogni volta ne veniva fuori uno spettacolo diverso”. Sì perché parla di persone, “mi piace che scompaiano regista, attore e autore“. Così lui perpetua il rito magico del Teatro.

E’ uno spettacolo che parla di uomini interpretato da uomini – commenta Musella – Il regista ci spinge ad andare sempre più a fondo in noi, il che fa anche molto male”.

Lino Musella in scena (foto di Marco Ghidelli)

E’ un viaggio stimolante e creativo. – aggiunge Mazzarelli – Questi otto ritratti, che sembravano grotteschi, diventano specchi, scoprendo la natura umana sempre più reale, sia al maschile che al femminile, aprendoci a queste mostruosità”.

Nella galleria spietata di ritratti si troveranno l’uomo che insulta la moglie che lo sta lasciando; quello che vanta la propria infallibilità nel riconoscere la donna che ci sta senza fare storie; a colui che usa una propria deformazione per portarsi a letto quante più donne gli riesce.

Un autore “scomodo” e non definibile per la vastità dei generi, offre dunque l’opportunità, oggi più che mai, di parlare di persone, con sguardo feroce e molto humour.

 

 

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web