Studio sulla memoria

Maresa Galli

Un lavoro intenso, realistico e insieme surreale, di denuncia e di speranza La audiencia de los confines di Jorgelina Cerritos. In scena al Mercadante di Napoli, il “primo studio sulla memoria” della

Una scena
Una scena

scrittrice di El Salvador si avvale della regia di Alina Narciso. Il lavoro, che rientra nell’articolato programma della VI Biennale Internazionale di Drammaturgia Femminile, “La scrittura della/e Differenza/e” diretta da Alina Narciso, a cura della Compagnia Metec Alegre con il sostegno del Consejo Nacional de las Artes Escénicas e del Centro de Teatro de La Habana e la collaborazione dell’Ambasciata e del Consolato italiani a L’avana, fa tappa per la seconda volta a Napoli con la partecipazione del Teatro Stabile. Straordinari gli attori cubani Mayra Mazorra, Walfrido Serrano e Kelvis Sorita Salvador, interpreti del testo vincitore del Concorso internazionale di drammaturgia. Il lavoro getta uno sguardo critico, duro su El Salvador, il paese centroamericano che ha vissuto la guerra civile, teatro di devastazione e violazione dei diritti umani. Carola, Alonso e Mauro insieme aspettano l’arrivo di un’alba diversa, foriera di speranza di cambiamento. La Cerritos dedica la sua opera a Monsignor Romero che nel 1980 fu barbaramente assassinato dagli Squadroni della morte mentre celebrava Messa a San Salvador. Da allora e fino agli accordi di pace del ’92 alita un vento di speranza di superare la notte dell’America Latina dopo aver chiuso i conti con il passato. Testi femminili che gettano uno sguardo critico su avvenimenti politici narrati con la sensibilità delle donne che, sempre, sanno raccontare con lucido sguardo la verità, la cronaca del tempo, la speranza di futuro. La Cerritos racconta la disperazione delle madri, la terra in fiamme bruciata e devastata dal potere, la “memoria smemorata”. “Io sono Carola – grida la protagonista – quella che guarda il passato, quella che conosce il futuro, quella che cerca la storia. Quella che canta. Quella che corre tra le ali del tempo”. Ottima la regia e delicato l’accompagnamento musicale di Valerio Virzo, Corrado Cirillo, Maria Carmela Lubrano. Un lavoro prezioso da non perdere.

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web