Sublime Noa-polis

Maresa Galli

Si intitola come il suo album d’amore per Napoli, Noapolis, il concerto di Noa, anteprima del Napoli Teatro Festival Italia, al

Un momento del concerto

teatro di San Carlo. Con la straordinaria cantante yemenita, cittadina del mondo e innamorata di Partenope e della sua melodia, della sua gente, l’amico di sempre Gil Dor alla chitarra e il Solis String Quartet. Dopo la versione strumentale di “Munasterio ‘e Santa Chiara” del Solis entra l’artista e regala subito grandi emozioni con “Torna a Surriento”, “Villanella che all’acqua vai”, “Napule ca se ne va”, “Sia maledetta l’acqua”, brani che le danno modo di spiegare come i popoli siano più fratelli di quanto si possa immaginare. Canti antichi che raccontano di donne che soffrono abusi, e Napoli, Gerusalemme, New York possono superare le barriere della comunicazione “inchinandosi al grande Dio della musica. Con amore – racconta al pubblico – apro le mie ali e porto la canzone napoletana in giro per il mondo. La vostra città è un luogo dello spirito”, avvertendo la fragilità e insieme la fratellanza che legano le genti, la possibilità reale di vivere in pace. Gli immigrati sono accomunati ovunque da sentimenti di dolore, nostalgia, dai propri sogni. Commuove il suo canto d’emigrante, “Santa Lucia luntana”, “’A cartulina ‘e Napule”, intercalate da canzoni israeliane. Dall’Israeli Songbook presenta l’Aria beh lull hatarnegolot (Chicken-coop aria), dal sapore d’opera mozartiana; concepito per bambini, il canto è trasformato con Gil Dor in satira politica. Noa riporta la “Tammurriata nera” al suo sapore mediorientale, all’incontro multietnico. E ancora canta ”I te vurria vasà”, la sua splendida interpretazione di “Era de maggio”, “Fenesta vascia”, suonando anche le percussioni.

Costretta dall’entusiasmo del pubblico a ripetuti bis regala ancora profonde emozioni con “Beautiful that way” e il sospiro dell’Ave Maria di Gounod, cesellata con arte antica. Simpatica, comunicativa, Noa canta persino i ringraziamenti, con quella padronanza assoluta della tecnica vocale e i melismi che ne fanno una delle voci più espressive del panorama mondiale.

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web