The Sisters, un musical di successo

Maresa Galli

Un momento del musical
Un momento del musical

Un meraviglioso tuffo negli anni ’60, nelle incantevoli armonie vocali delle Supremes e Diana Ross, nella grande musica americana r&b sempre viva nel nostro immaginario. Al Teatro Diana di Napoli fino al 26 aprile, approda The Sisters. La via del successo, musical di Tiziana D’Anella e Lena Sarsen per la regia di Enzo Sanny. Le incantevoli voci sono quelle di Francesca Hicha Toure, Sherrita Duran, Lucy Campeti e con Will Weldon Robertson e Jena Michel Danquin. Liberamente ispirato alla carriera di Diana Ross & The Supremes, fantastiche voci “nere” dell’epoca Motown Records, la storia musicale fa rivivere gli anni magici della casa discografica che ha tenuto a battesimo e lanciato star quali Marvin Gaye, Stevie Wonder, Four Tops, Gladys Knight & The Pips, Lionel Richie, Smokey Robinson, The Conmmodores, The Temptations. Il celebre trio spianò la strada ai futuri artisti piazzando ben dodici singoli in cima alla classifica Billboard Hot 100 e alla classifica R&B. Negli anni ’60 si parlò di rivali dei Beatles… Nel’ 70 Diana Ross lasciò il gruppo per intraprendere la carriera solista e le Supremes continuarono fino al ’77, salutandosi dopo vent’anni di successo. Nell’ ’81 Broadway lancia il musical “Dreamgirls”, ispirato alla loro carriera, poi adattato per il grande schermo e insignito di tre Golden Globe e due Premi Oscar. Fanno parte delle star della “Rock and Roll All of Fame”, della “Vocal Group Hall of Fame” ed hanno ricevuto una stella nella celebre “Hollywood Walk of Fame”.

Il musical apre con una splendida “Listen” seguita da tanti celebri motivi quali Joyful joyful (cantata in coro con il pubblico nel gran finale), Respect, Think, Proud Mary, I’m telling you, I can’t hurry love, Stop! In the name of love, Soul man (The Supremes, Aretha Franklin, Tina Turner, James Brown, Dreamgirls), riletti con arrangiamenti moderni ma sempre in chiave r&b, soul, pop. Intercalano le belle interpretazioni delle dotate vocalist moment coreutici, il tutto accompagnato dalla grande orchestra dal vivo. Pomposo l’allestimento scenico che fa rivivere alla perfezione l’atmosfera dell’epoca e sfarzosi, scintillanti costumi completano l’accattivante storia. Le tre amiche Karen, Mary e Frenchie provenienti dalla Detroit Art School, sognano di portare in scena uno spettacolo musicale. Ottengono un provino dal leggendario manager Martin Thomas il quale, colpito dalle loro doti vocali, organizza un concerto al Saint James Theatre di New York. Un altro incontro importante, quello con Roger Peterson, presidente della Motown Records, ma soprattutto la loro bravura, determinerà il successo planetario delle tre artiste. Se il mondo è un “Man’s man’s world”, loro, le signore della musica r&b, le grintose ragazze di colore che hanno sfidato il razzismo bianco delle case discografiche, sono diventate le regine del soul. Ritmo, energia, vocalizzazioni all’unisono, interpretazioni grintose, balletti fantastici e flash di viaggi, titoloni sui giornali, battute sul razzismo in quegli anni imperante, fanno di The Sisters un brillante musical perfettamente riuscito e coinvolgente. Un peccato perderlo.

 

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web