T&P in una commedia post-nucleare

Redazione

Totò e Peppino alle prese con il beckettiano “Finale di partita”. Parte da questo duetto andato perduto, Antonio Capuano per il suo ritorno in teatro. S’intitola T&P. Totò e Peppino, omaggio a Samuel Beckett lo spettacolo, che debutterà in prima nazionale al Teatro Mercadante di Napoli mercoledì 16 novembre 2022 (repliche fino a domenica 27).

Interpretato da Roberto Del Gaudio (nei panni di Totò/Hamm) e da Carlo Maria Todini (in quelli di Peppino/Clow), l’allestimento è la riscrittura elaborata dal regista partenopeo, noto per tanti film di successo (da Vito e gli altri, Pianese Nunzio 14 anni a maggio, a Luna Rossa ,e di messinscene come Medea e Otto pezzi inutili ).

Una scena (foto di Ivan Nocera )

Capuano propone la pièce come una “commedia post nucleare” a partire dai dialoghi provati da Totò e Peppino di Hamm e Clow, i due personaggi di Finale di partita che tanto aveva incuriosito il Principe che lo provò affiancato da Peppino De Filippo in uno spazio a Napoli di cui non si ha nessuna cronaca. «Totò – dichiara Antonio Capuano – ha affinità con Beckett, è assurdo, paradossale e astratto, mentre Peppino il controcanto che ti riporta alla realtà. Ho voluto recuperare, riscrivere e reimmaginare quel loro duetto andato perduto, non scorrendo più il copione di “Finale di partita” ma riproducendone la traccia con un Totò-Hamm cieco e incapace di stare in piedi e un Peppino-Clow che non si siede mai. Nel testo, a parte spunti presi da Finale di partita. ho inserito frasi “illuminanti” dai romanzi di Beckett L’innominabile e Malone muore».

Le scene dello spettacolo sono di Antonella de Martino; i costumi di Francesca Balzana; le musiche di Federico Odling; aiuto regista Emanuele Donadio. La produzione è del Teatro di Napoli-Teatro Nazionale.

 

 

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web