Tre voci per la Storia

Redazione

 

Una scena
Una scena

Un grande maestro, un’icona del teatro italiano. Un’artista che ha attraversato sessant’anni d’Italia, torna a Napoli dopo molti anni e sale sul palcoscenico del teatro Troisi. All’età di novantaquattro anni, Gianrico Tedeschi regala ancora la sua arte, dona ricordi alle vecchie generazioni e emozioni ai più giovani. Sul palcoscenico di Fuorigrotta, presenta da venerdì 21 a domenica 23, Farà giorno di Rosa A. Menduni e Roberto De Giorgi, con la regia di Piero Maccarinelli, scritto.

Tedeschi in scena
Tedeschi in scena

Si tratta di una commedia in due atti che offre uno spaccato di storia italiana attraverso tre generazioni. La prima quella di Renato (Gianrico Tedeschi), ex tipografo e vecchio partigiano dal cocciuto istinto pedagogico; la terza generazione è quella di Manuel (Alberto Onofrietti), ragazzo violento di borgata, giovane fascistello “impunito”. La seconda generazione, quella che dovrebbe essere da congiunzione tra le altre due, è quella di Aurora (Marianella Laszlo) la figlia di Renato, che fa ritorno a casa dopo anni di volontariato in Africa. Renato e Manuel si trovano a convivere per una singolare casualità della vita. Due mondi distanti anagraficamente e culturalmente. Due espressioni caratterizzanti la storia del nostro Paese che, nel loro rapporto conflittuale e scontroso, offrono occasioni di divertimento brillante, di sorpresa e di dramma. Una volta superate le ideologie, resta il senso della storia.

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web