Un arcobaleno d’arte per la prevenzione

Maresa Galli

Successo annunciato per la decima edizione de L’Arcobaleno napoletano, il premio ideato dall’attrice e cantante Anna Capasso, per la direzione artistica del giornalista Diego Paura e la regia di Maurizio Palumbo, con il patrocinio morale del Comune di Napoli.

La serata di gala, che si è tenuta come di consueto al Teatro Sannazaro di Napoli, è stata organizzata in collaborazione con la Fondazione Melanoma onlus, diretta dal professore Paolo Ascierto, oncologo e medico ricercatore dell’Istituto dei Tumori Pascale di Napoli. Dedicata alla memoria di Ileana Bagnaro, compianta madre di Diego Paura, scomparsa a 54 anni per un male incurabile, la kermesse accende i riflettori sulla prevenzione del cancro che, preso in tempo, spesso si può curare. “Ringrazio Anna e Diego perché la ricerca è importantissima per sconfiggere il melanoma – ha affermato Ascierto – abbiamo fatto passi da gigante negli ultimi 10 anni, abbiamo guarito il 50% di pazienti con metastasi. Ma dobbiamo guardare all’altro 50% che non ce la fa. Vogliamo poter in futuro dire che tutti pazienti guariscono. La ricerca richiede investimenti: e dalla ricerca oncologica sono venute anche soluzioni per combattere il Covid”.

Nel corso della serata, intercalata da momenti di spettacolo, sono stati consegnati riconoscimenti a personaggi che si sono maggiormente contraddistinti nel mondo delle istituzioni, dell’arte e della cultura, dello sport, della società civile e dell’imprenditoria. Due presentatori speciali hanno regalato ore di intrattenimento al pubblico in sala: Anna Capasso e Patrizio Rispo. L’attrice, che spazia con bravura dal cinema al teatro al canto, si è rivelata anche brillante presentatrice, intercalando gli interventi con la sua interpretazione di Vierno e dei suoi brani originali Bye Bye e Ballo Da Sola, accompagnata al pianoforte da Ciro Cascino.

Rispo e Capasso condividono il microfono con Enzo Calabrese, storico presentatore e conduttore, e Mario Pelliccia, giornalista, editore di CanaleUno Tv – 855 DTV Campania. Premiati Federico Cafiero de Raho, procuratore nazionale antimafia, che ha ricevuto il premio dal sindaco di Napoli Gaetano Manfredi; Lucio Mirra, patron del teatro Diana, per la categoria “Arte & Tradizione”; Mario Esposito, patron del Premio Penisola Sorrentina, per la categoria “Cultura”; Imma Cerasuolo, nuotatrice e campionessa paralimpica per la categoria “Sport”; l’attore Nando Paone per la categoria “Cinema”; l’attore Gennaro Silvestro per la “Televisione”; Walter Wurzburger per la categoria “Imprenditoria”. Premio speciale ad Alessandro Siani che, dopo il suo irresistibile monologo, ha partecipato all’asta di beneficenza con la maglia offerta dalla Ssc Napoli con gli autografi del capitano Lorenzo Insigne ed altri quattro azzurri, battuta a 500 euro. Un riconoscimento speciale per Roberto Alessi, direttore del settimanale “Novella 2000”.

Grande emozione per i premi alla Memoria consegnati ad Alessandra Clemente per ricordare sua madre Silvia Ruotolo, vittima innocente di camorra, e a Nando Paone che ha ritirato il premio per celebrare la Memoria di sua moglie, l’attrice Cetty Sommella, scomparsa lo scorso anno. Ospite della serata un travolgente Francesco Cicchella, rivelazione del reality Tale e Quale Show, accompagnato dal maestro Paco Ruggiero, regalando al pubblico imitazioni e canzoni. Gran finale con il taglio della torta e con un brindisi di augurio affinchè vi sia una rinascita in tutti i sensi.

 

(Anna Capasso e Patrizio Rispo  nella foto di Pino Attanasio)

 

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web