UN FESTIVAL INDIPENDENTE

Angela Matassa

Un festival dedicato al teatro giovane e coraggioso, quello organizzato dall’associazione Quinta Parete il 2, 3 e 4 luglio al Castello di Casalgrande, in provincia di Reggio Emilia (www.quintaparete.org).

Lo Status Quo Festival, giunto alla quarta edizione, dà spazio alle compagnie indipendenti e si focalizza su un tema specifico. Dopo il cambiamento, i diritti umani, la libertà d’informazione, quest’anno si parla di partecipazione, intesa come il diritto e il dovere di tutti a prendere parte alla vita democratica della società.

Un intreccio sapiente tra teatro, giornalismo, arte, spettacoli per i più piccoli ed enogastronomia hanno fatto sì che la manifestazione crescesse negli anni e ottenesse il patrocinio della Regione Emilia Romagna, della Provincia di Reggio Emilia, il sostegno della Fondazione Manodori e la collaborazione di importanti realtà come Emergency, Libera e dell’Istituto Alcide Cervi.

Nel programma del Festival spicca la presenza di Teatrino Clandestino con lo spettacolo “Ossigeno” (venerdì 2 alle 21.30). La compagnia, di Bologna, già dai primi anni ’90 indaga i nuovi linguaggi del teatro contemporaneo. Marta Dalla Via, vincitrice del leone d’oro alla Biennale di Venezia nel 2006, si esibirà sabato 3 alle 22 con “Veneti Fair”.  Grande chiusura la domenica sera con “E’ bello vivere liberi!”, una piéce ispirata alla storia della prima staffetta partigiana d’Italia ad essere deportata ad Aschwitz, con Marta Cuscanà. Lo spettacolo ha vinto il Premio Scenario Ustica 2009 per l’impegno civile.

Ricco anche il programma pre-serale: venerdì 2 si terrà un aperitivo con spettacolo dal titolo “Gli amanti” e, a seguire, “Compromessi studio III”, della Compagnia Quinta Parete; sabato 3 “I bravi ragazzi” alle 19.30 e, domenica 4, dalle 19, “XX” della Compagnia Colaps. Sia sabato che domenica, alle 23, si terrà una performance di Elena Giochetti per cinque spettatori alla volta dal titolo “Tesoro mondo”.

Il Festival Status Quo pensa anche ai più piccoli con molti appuntamenti pensati appositamente per loro. Si inizia sabato 3 alle 20 con “Geriatrix Circus”, uno spettacolo di circo-teatro della Compagnia Ibonobi; domenica 4 alle 17.30 andrà in scena “Le storie di Anna” a cura dell’associazione Quinta Parete e, alle 18, “Pesi Massimi” di BlancaTeatro. Spazio anche alla letteratura d’attualità con le presentazioni dei libri. Il 3, alle 20.30, Gilberto Squizzato parlerà del ruolo del servizio pubblico radio-televisivo con “La tv che non c’è” (Minimum Fax) mentre domenica 4 Luca Leone, autore di “Uomini e belve” (Infinito) racconterà storie di uomini che vivono situazioni ingiuste, storie spesso dimenticate dai mass media. Le presentazioni dei libri sono curate in collaborazione con l’Associazione Progettarte.

Le sale del castello di Casalgrande saranno allestite con le opere di giovani artisti (Matteo Giacobini con Andrea De Santis, Robby Rent, Erica Ferraroni, Damiano Tura) e, per il terzo anno consecutivo si terranno l’esposizione e la premiazione delle opere del Concorso fotografico “Lucidi Ricordi”, in collaborazione con lo Spazio Factory, nuova sede di Quinta Parete a Reggio Emilia.

Inoltre, Quinta Parete ha  scelto di unire ancora una volta il nome di Maria Consagra al Festival proponendo non solo un secondo seminario per attori professionisti sul nostro territorio ma un intero anno di formazione. Maria Consagra si è diplomata in Analisi del Movimento (Certified Movement Analyst) presso il Laban/Bartenieff Institute of Movement Studies di New York, è docente di movimento espressivo dell’attore presso la Scuola del Piccolo Teatro di Milano, la Scuola del Teatro Stabile di Torino e la Scuola Civica di Arte Drammatica Paolo Grassi. Collabora con Luca Ronconi e Paolo Rossi.

Lo Status Quo Festival propone anche un mercatino di commercio alternativo e buona cucina. Tutte le iniziative sono gratuite.

“Esprimo la mia soddisfazione per questo festival teatrale giunto alla sua quarta edizione, cosa per altro non così scontata date le sempre maggiori ristrettezze nelle quali sono costretti a muoversi gli operatori della cultura e le istituzioni che la sostengono – afferma l’Assessore alla Cultura del comune di Casalgrande Giuliana Pedroni – Un ringraziamento quindi all’associazione Quinta Parete a nome del comune di Casalgrande che con grande sforzo ed impegno è riuscita a mantenere vivo questo appuntamento e che ogni anno impreziosisce come un fiore all’occhiello le iniziative culturali estive del territorio. Appuntamento che si caratterizza anche per la qualità e l’originalità degli spettacoli e delle proposte del Festival e che ogni anno riesce a caratterizzarsi attraverso il filo conduttore di tematiche di grande attualità come il tema trattato quest’anno della Partecipazione. Quinta Parete è nata dallo spirito di iniziativa di molti giovani e ha saputo crescere negli anni diversificando ed implementando la sua offerta culturale mantenendo alta la qualità delle proposte e coinvolgendo un pubblico sempre maggiore”.

Categorie

Ultimi articoli

Social links

nt-nuovo logo

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web