Un figlicidio moderno

Redazione

Una scena
Una scena

Nel progetto di scambio e collaborazione tra teatri, dal 5 al 7 dicembre il Circolo Arcas Teatro di Napoli ospiterà una produzione del Teatro Il Primo di e con Arnolfo Petri: In nome del padre, liberamente tratto da “Affabulazione” di Pier Paolo Pasolini. Un lavoro che rientra nell’attività del direttore della sala dei Colli Aminei, che continua la sua indagine nei meandri dell’esistenza, toccando tematiche delicate e intimiste.

Un padre. Un figlio. Un contrasto generazionale. Due mondi che si scontrano e non si incontrano. Un continuo ribaltamento di ruoli tra passato e presente, tra “noi eravamo” e “voi non siete, giungla intricata di incomprensioni ataviche”.

Gabriele, stimato professore, dopo aver scoperto casualmente il tradimento di sua moglie cade in crisi. Scopre le sue fragilità, le sue contraddizioni, ma soprattutto la sua inadeguatezza. Sarà forse questo a spingerlo a cercare suo figlio, da sempre ignorato. E sarà nel confronto con lui e con la sua rabbia “vuota” che scoprirà i fallimenti di una generazione.

Un “figlicidio” moderno – commenta Petri – che è metafora di una generazione la cui eredità è il deserto pietrificato delle idee.”.

Lo spettacolo sarà poi rappresentato il 14 e 15 dicembre al teatro Il Primo, nella rassegna “Identitaria”.

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web