Un Mattia Pascal leggero

Redazione

Una scena
Una scena

Tato Russo torna a Napoli, al Teatro Augusteo (dal 12 al 15 novembre e dal 3 al 6 dicembre), riproponendo un successo consolidato negli anni nei teatri d’Italia, quel Il fu Mattia Pascal di Luigi Pirandello, che trasforma in commedia, alleggerendo stile e narrazione. E lo fa “nello stesso linguaggio drammaturgico che sarebbe stato di Pirandello nello sforzo palese di una costruzione per il teatro, alla maniera insomma che immaginariamente avrebbe operata lo stesso autore del romanzo nel momento in cui avesse scelto di trasferirla in commedia”. Nel continuo oscillare tra apparenza e realtà, alla ricerca della vera identità.

Mattia Pascal è Tato Russo nel doppio ruolo di Mattia Pascal e di Adriano Meis, ma anche gli altri personaggi che patecipano alla sua vicenda si rincorrono nella storia, interpretata così dagli stessi attori in identità e personaggi diversi, quasi a scegliere di non chiarire affatto, nello spettro delle rassomiglianze, la distinzione tra i vari aspetti della realtà. Mattia e i suoi coinquilini della storia muoiono tutti per rincontrarsi identici nella storia di Adriano Meis e rivivere poi in quella nuova di Pascal.

In scena: Renato De Rienzo, Marina Lorenzi, Giuseppe Mastrocinque, Adriana Ortolani, Salvatore Esposito, Carmen Pommella, Francesco Ruotolo, Caterina Scalaprice, Massimo Sorrentino e Lorenzo Venturini. Scene di Tony Di Ronza, costumi di Giusi Giustino. musiche di Alessio Vlad, luci di Roger La Fontaine.

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web