Un pezzo di strada insieme

Marco Fo

"Le statue movibili" in scena al TAN
“Le statue movibili” in scena al TAN

PARTE IL PROGETTO DI COLLABORAZIONE DEL TAN E DELLO START DI NAPOLI

Entrambi nella Rete dei piccoli teatri metropolitani (Politeatro), sotto la sigla di Teatri Associati di Napoli, la compagnia Libera Scena Ensemble e il gruppo Interno5 propongono una stagione comune, centrata sul confronto e sul dialogo. “Il sottotitolo “Facciamo un pezzo di strada insieme” – spiegano i direttori Lello Serao e Hilenia De Falco – è un invito agli spettatori ad accompagnarci nel percorso di programmazione ripartita tra due spazi teatrali collocati in due diverse aree della città. Il desiderio di avvicinare centro e periferia con una proposta culturale capace di attrarre fasce diverse di spettatori”.

La programmazione spazia tra la riproposizione di classici e nuova drammaturgia, con una particolare attenzione rivolta alle nuove generazioni di artisti.

 

IL PROGRAMMA COMPLETO

 

AL TAN

Dal 23 al 28 dicembre, “Le statue movibili”, testo di Antonio Petito, adattato da Lello Serao che ne cura anche la regia, in cui si descrive il faticoso processo di avvicendamento tra Pulcinella e Felice Sciosciammocc.

Dal 9 all’11 gennaio 2015, “Femmene” , madri e figlie ritratte nella forza come nella fragilità, con Nunzia Schiano e Miriam Lattanzio.

17 e 18 gennaio 2015, “Io la canto così”, con Antonella Morea, omaggio a Gabriella Ferri tra canzoni e ricordi.

31 gennaio e 1 febbraio, “L’anima buona di Lucignolo”, l’altra metà, quella nera, della fiaba di Collodi di Claudio B. Lauri, diretto da Luca Saccoia.

21 e 22 febbraio “Visite”, per la regia di Niko Mucci da Vargas Llosa, propone una riflessione sulle forme dell’amore e della solitudine all’interno di un’amicizia interrotta.

Dal 27 febbraio al 1 marzo “Diego – non sarò mai un uomo comune”, prodotto da VODISCA e Libera Scena Ensemble, diretto da Aniello Mallardo, mette al centro la travagliata storia di due giovani che tentano il riscatto.

14 e 15 marzo,“I tre desideri”, della compagnia Marinoni/ Parriniello da un testo di Ben Moor, mette in scena, tramite il mito dei tre desideri, le potenzialità di successo di una coppia che si trova a farli avverare.

21 e 22 marzo, “Mangiare e bere. Letame e morte”, di Davide Iodice, poemetto fisico in cui l’animale rivela l’umano e le sue mancanze.

28 e 29 marzo, “Trittico”, composto da tre corti teatrali premiati nel Festival “La Corte della Formica”.

11 e 12 aprile, “RealItaly” de La Ballata dei Lenna, tentativo di documentario teatrale fatto da tre giovani, che finirà per precipitare in un reality show:

 

ALLO START

"Patres" in scena allo START
“Patres” in scena allo START

29 e 30 novembre, “Patres”della compagnia Scenari Visibili con regia e drammaturgia di Saverio Tavano. Racconta l’attesa di un padre che non arriverà mai, a ricordare l’assenza di riferimenti culturali, politici e spirituali.

19, 20 e 21 dicembre, “Cetriolinì” di Luca Lombardi con regia di Luca Saccoia, un giovane mimo tenta la strada dell’arte ma si ritrova imprigionato nella cucina di un fast food.

Dal 24 al 31 gennaio, residenza artistica, che confluirà in uno studio aperto al pubblico: “Abecedario” di Ludwig – Officina di linguaggi contemporanei, progetto di Cecilia Ligorio.

14 e 15 febbraio, Michele Sinisi si produce in due elaborazioni da testi shakespeariani: una performance da “Riccardo III” e un adattamento da “Amleto”.

6 e 7 marzo, “L’inferno e la fanciulla”, di Mariano Dammacco e Serena Balivo: la Fanciulla, ideale simbolo di giovane in crescita, è a confronto con l’impossibilità di maturazione della nuova generazione.

17 e 18 aprile, “Adulto”, di Dario Muratore e Giuseppe Isgrò, una ricerca sulla parte maledetta della crescita che attinge a Pasolini, Morante e Bellezza.

Biglietto unico intero: euro 15,00

Per i possessori della Politeatro Card: euro 10,00 (over 30) – euro 6,00 (under 30)

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web