Un teatro anche per gli chef

Redazione

Una scena di "Giorgio Streheler e io"
Una scena di “Giorgio Streheler e io”

Continua con In principio era… il brodo la programmazione del Teatro Delfino di Milano. Lo spettacolo di e con Federico Francesco Ferrero, Roberto Accornero, Anna Barbero al piano, sarà in scena dal 13 al 16 novembre. Parole e canzoni per raccontare il bizzarro mondo del “food” (tratto dal libro di Massimo Visintin, critico gastronomico del Corriere della sera), e le storie culinarie di Federico Ferrero, terzo Master Chef d’Italia, drammatizzate con l’ausilio della recitazione e della musica.

Lo spazio, diretto da Federico M. Zanandrea, non dimentica il Maestro: Giorgio Streheler a 17 anni dalla scomparsa. A lui, infatti, è stata dedicata l’apertura di stagione con “Giorgio e io: quarant’anni di lavoro al Piccolo Teatro di Milano”, regia di Claudio Beccari, con Giancarlo Dettori. Un racconto ironico e appassionato dal punto di vista del palcoscenico. L’interprete rievoca una vita di lavoro con una delle più forti personalità del teatro italiano del Novecento e la sua debordante personalità.

In cartellone, la sala milanese presenta quattordici spettacoli, tra nuove produzioni e riprese, e un concerto Gospel. Gli allestimenti spaziano dalla drammaturgia impegnata di autori come Lars Norén con “Il coraggio di uccidere”, il Premio Pulitzer David Mamet con “Il bosco” e lo scrittore canadese Michel Tremblay con “Le cognate”, diretto da Gustavo Lavolpe, per arrivare al musical, con l’anteprima nazionale di “La Sposa in Blu” di Romy Padovano con protagonista Platinette e “Come Erika e Omar”: uno show! un “diversamente musical” diretto da Enzo Iacchetti che approda per la prima volta a Milano. Non manca tra gli spettacoli, altro omaggio all’universo del food, tema principe del prossimo Expo, è il recital musicale “Osti sull’orlo di una crisi di nervi”.

Ancora in calendario, anche “Stasera, arsenico!” di Carlo Terron per la regia Mario Mattia Giorgetti; un omaggio musicale a Fred Buscaglione in “L’amico Fred” di Pierpaolo Palladino, regia Andrea Murchio; “Dattilografe”, un recital musicale di Cristian Mascia, ideazione e regia di Oliviero Corbetta. Per entrare nello spirito natalizio l’11 e il 12 dicembre è la volta del live dei Rejoice Gospel Choir, 60 elementi diretti dal Maestro Gianluca Sambataro; “La ragazza dai fiori di carta”, monologo autobiografico di Sarah Maestri volto noto del piccolo e del grande schermo; la riproposta di “Frankestein” di M. Shelley, regia di Federico M. Zanandrea; e di “Casa di Bambola” di H. Ibsen, regia di Gabriele Calindri. In fase di definizione gli Eventi Expo che alzeranno il sipario sul Milano Web Festival, sul Festival Metropolitano e sul Rap Battle. Festival.

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web