Una passeggiata napoletana

Redazione

La copertina del libro
La copertina del libro

E’ un invito alla Passeggiata Napoletana, la visita guidata proposta dalla casa editrice Homo Scrivens. Il percorso artistico-letterario, curato dalla storica dell’arte Annamaria Pucino, si ispira al libro di Antonio Giusso Passeggiata napoletana. Alla riscoperta di una capitale (Homo Scrivens, collana Arti).

Si tratta del primo tour firmato dall’editore Aldo Putignano, alla scoperta dei tesori dell’arte, della storia e dell’architettura napoletana. L’appuntamento è alle ore 18.00 all’Obelisco dell’Immacolata di Piazza del Gesù Nuovo, per visitare la chiesa dei padri gesuiti e proseguire fino a piazza Trieste e Trento al Caffè Gambrinus, passando per via Toledo.

Durante la passeggiata, della durata di due ore, saranno letti anche alcuni passi del libro di Antonio Giusso.

La quota di partecipazione è di 15 euro, comprensiva di visita guidata e copia del libro.

 

Prenotazioni entro le ore 13.00 di martedì 14 luglio all’indirizzo e-mail: info@homoscrivens.it

 

 

 

Il volume

 

Una passeggiata fra la storia e la cultura di Napoli, in compagnia dei tanti artisti che l’hanno abitata: da Matilde Serao a Eduardo, dai soggiorni napoletani di Leopardi e d’Annunzio al Monsignor Perrelli, dal Gambrinus a Enrico Caruso.

 

Napoli ha bisogno non pure di essere descritta, ma di essere spiegata come città eccezionale d’Italia”, così un ministro di fine secolo XIX. Viene da aggiungere, dal titolo di una canzone di Libero Bovio: “Napoli punto e basta”. “Napoli partenopense”, certo, ma anche “gianense” (i romani dedicarono al dio Giano la collina del Vomero) straordinaria Polis che, per molto tempo e a ragione, fu accreditata, in uno con Parigi, del titolo di capitale europea della cultura. Proviamo a ritrovarne i motivi.

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web