Viaggio nella canzone attraverso i secoli

Maresa Galli

Il Campania Teatro Festival è anche musica e il pubblico assiste, al Politeama di Napoli, al concerto “Melodie. Viaggio della canzone attraverso i secoli”. Il pianista Danilo Rea, che non ha bisogno di presentazione, e la cantante lirica Erika Pagan rileggono classici internazionali che vanno dal ‘700 fino alla musica pop. “Attraversiamo, con questo viaggio sonoro – spiega Rea – moltissime melodie, dalla musica classica alla canzone napoletana a quella francese e americana per esplorare vari territori”.

Le mani del musicista corrono sul pianoforte, con un fraseggio delicato e intenso, classico e jazz, per accompagnare la voce duttile del soprano che ha nelle corde il repertorio francese. Apprezzata per le sue interpretazioni dei Carmina Burana di Orff, nel Magnificat di Bach, nel Magnificat e nel Gloria di Vivaldi, la cantante spazia tra “Catarì” e “Amapola”, “Nessun dorma” e gli standard jazz quali “Les Feuilles Mortes”, “Summer Time”, “But Not For Me”.

I due artisti alternano “Non, je ne regrette rien” e brani da “West Side Story”, “Blowing in the wind”, incanto al piano che piacerebbe tanto anche al suo autore, Bob Dylan, seguita da Bacharach con la deliziosa “I Say a Little Prayer”. Il canzoniere spazia da “Rehab” di Amy Winehouse a “Te voglio bene assaje”, da “Se telefonando” a “Napule è”. Bis a grande richiesta per l’elegante viaggio in punta di note con l’eccezionale piano di Rea, un talento amato in tutto il mondo.

 (Foto di Luigi Ceccon)

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web