Alla ricerca della felicità

Gioconda Marinelli

La copertina del libro
La copertina del libro

Ma esiste la felicità, la gioia autentica? La ricerca della felicità, come se fosse una cosa semplice, non basta una vita per trovarla. Bruno, il protagonista del romanzo di Alfredo Carosella, La finestra sulla riva del mondo, se lo chiede più volte e cosa darebbe per rivedere la madre che lo riportava indietro nel tempo con i suoi racconti: gli parlava del nonno Aniello e del bisnonno Orso che avevano trascorso una vita intera in fabbrica, in tempi veramente duri; del nonno che fu costretto a lasciare la scuola prima della licenza elementare e furono dolore, lacrime e fatica. Avrebbe voluto chiederle: “mamma sei mai stata felice?”. “Ma naturalmente non aveva fatto neanche questo”. “E gli altri l’avevano conosciuta la felicità?”. Chissà! Lui l’aveva vista una sola volta irradiarsi dal volto sorridente di un operaio. L’autore vuole farci intendere che è più semplice di quanto si possa credere, trovarla? che basta accontentarsi… forse è così.

E l’amore? Si era mai innamorato veramente Bruno? Era a capo di un villaggio turistico e il suo lavoro gli dava l’opportunità di girare il mondo, divertirsi e di avere molte donne. Ma si sa è gente che viene e va, che si dimentica facilmente appena arriva un altro turno di turisti. Dall’entusiasmo dei primi incontri, poi tutto diventa routine. Gli era capitato di incontrare la persona giusta, ma non aveva capito o voluto capire…

La finestra sulla riva del mondo è un romanzo corale dove s’incrociano personaggi, gli animatori del villaggio, tutti con una maschera sul volto dal sorriso forzato, che nasconde una realtà sempre difficile. Chi sorride e scherza sempre, magari nasconde ansia e inquietudine per la malattia grave della madre, come Ivan, o come Milena a cui il marito ha sottratto la libertà, i sogni, il desiderio di maternità.

Tra il divertimento caotico, sfrenato, effimero dei turisti, emergono tante storie problematiche e infelici di giovani che si dedicano al piacere degli altri. Dentro le loro anime pullulano sogni, aspirazioni, delusioni, fallimenti. Nulla è come appare in un mondo che non conosceremo mai abbastanza. Ci si sente inadatti, la vita sfugge dalle mani, non è più quella che ci immaginavamo. E anche Bruno con i suoi incubi e interrogativi, ha dei ripensamenti, ma poi si rende conto che: come fa a parlare dei suoi problemi a Samuel il giovane immigrato, che lui ha accolto amorevolmente, e che dal Ruanda ha attraversato l’inferno e in una di quelle stramaledette carrette del mare sovraccariche di sofferenza, orrore e morte, è arrivato fin lì?

“Il sole sorge quasi in un balzo e gli illumina il volto. Allarga le braccia per accoglierlo e caricarsi della sua energia”.

La vita continua nonostante tutto e col nuovo giorno torna a ripresentarsi.

 

Alfredo Carosella

“La finestra sulla riva del mondo”

Kairos edizioni

Pagine 151

euro 14,00

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web