“I Sud madri e figlie”: teatro e impresa sociale

Redazione

Nuovo progetto di carattere sociale dal Teatro Stabile di Napoli, intitolato “I Sud madri e figlie. Parti e Ire”, lo spettacolo a cura di Alessandra Cutolo in programma il 31 maggio 2024, alle ore 19 al Teatro San Ferdinando.

IL QUARTIERE

Venti donne del Borgo Sant’Antonio Abate di Napoli. Napoletane, nigeriane, keniane diventano attrici, a conclusione di un percorso che le ha coinvolte con l’omonimo laboratorio teatrale I Sud. Realizzato nell’ambito delle attività di Sostegno alla Genitorialità del Progetto “Si Può!”. Selezionato dall’Impresa Sociale Con i Bambini, nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. I Sud, è un percorso di incontro tra Napoli, una delle porte del sud del mondo, e le comunità migranti presenti sul territorio. “Per cambiare – nel segno del teatro – la narrazione d’un fenomeno epocale come quello delle migrazioni”.

LE DONNE 

Le donne, tutte madri di diverse nazionalità, sono state coinvolte attraverso le attività dell’Associazione IF-ImparareFare ETS. In un quartiere popolare, sempre più caratterizzato dalla multiculturalità come quello in cui sorge il teatro di Eduardo.

A guidarle Alessandra Cutolo, regista esperta in teatro e al cinema, abituata a lavorare in ambienti complessi ed eterogenei, insieme alla coreografa Moussan Yvonne N’dah. Con “I Sud madri e figlie. Parti e Ire” Alessandra Cutolo prosegue il lavoro avviato la scorsa stagione, partendo dalla figura di Ifigenia.

I SUD (foto Mario Spada)

IFIGENIA

Tra gli elementi che danno origine alla guerra di Troia, la madre di tutte le narrazioni per la cultura occidentale, c’è il sacrificio di Ifigenia, giovanissima figlia di Agamennone e Clitennestra. – spiega – Attirata con l’inganno, la falsa promessa di un matrimonio altolocato, la giovane viene immolata per il “bene della comunità”. Per propiziare il viaggio in mare delle truppe. Per sollecitare il vento. Su suggerimento dell’indovino Calcante”.

La regista, con il gruppo di donne nigeriane, keniane e napoletane de I SUD, e con la giovane scrittrice Sabrina Efionai. A partire dal racconto del sacrificio di Euripide, è stata elaborata una scrittura scenica che evidenzia il collegamento tra il sacrificio di una generazione di donne che affronta la tratta e il mare, e l’Ifigenia.

INFO

www.teatrodinapoli.it –  biglietteria: 081 5513396 – 292030 | biglietteria@teatrodinapoli.it

IF-ImparareFare –  www.impararefare.it

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web