La sala dei professori di Ilker Catak                                     

Giancarlo Giacci

LA SALA DEI PROFESSORI: UNA GRANDE LEZIONE PER CAPIRE COSA SIA LA LIBERTÀ 

La scuola come allegoria di una società che si divide tra come fare rispettare le regole e quali siano i limiti della libertà personale. In un’efficiente scuola tedesca, rispettosa delle regole della democrazia, dopo numerosi piccoli furti di danaro, una docente decide di cogliere in flagranza il ladro lasciando accesa la camera del suo computer. Quest’azione, che potrebbe sembrare innocente provoca una deflagrazione che scatena una reazione a catena. La preside si rende conto immediatamente che il comportamento dell’insegnante, anche se in buona fede, viola la privacy della segretaria sospettata che le potrebbe fare una denuncia penale. 

La prova della registrazione è solo parziale e non definitiva poiché si vede solo la manica di una camicia bianca con stelle colorate. Questa camicia è indossata però solo dalla segretaria della scuola che nega in modo assoluto di avere rubato lei i soldi. Da questo momento il film diventa un triller creando nello spettatore una grande tensione. L’ottima sceneggiatura e i bravissimi attori riescono, da un fatto non grave, a creare una forte tensione da film giallo con il seguire di colpi di scena e soprattutto con l’inserirsi di nuove circostanze. Il figlio della segretaria dichiara guerra all’insegnante che oramai si trova al centro di tutto il piccolo dramma.

La sala dei professori. Locandina

I compagni sono solidali con il ragazzo a creare un muro tra loro e la incolpevole docente. La tensione è sempre più forte al punto da fare dimenticare completamente la questione iniziale. lker Çatak, cineasta berlinese figlio di immigrati turchi, nel suo intenso e spiazzante film ci descrive una scuola ricca di contraddizioni e rigidità incastrando i suoi protagonisti dentro un 4:3 dove il colore ha dei bei toni caldi e le frustrazioni e nevrosi vengono pressate senza sconti, imponendosi sui volti dei protagonisti e al tempo stesso senza fare uscire le problematiche fuori dalla realtà scolastica. Nel suo insieme il film gira in modo più che perfetto, ottimi gli attori, la fotografia e la musica inoltre è da evidenziare i meriti della sceneggiatura scritta dal regista Ilker Catak con Johannes Nuncker. Un film da non perdere e da vedere ovviamente al cinema. 

 

Nomination  Oscar miglior film internazionale  e nominatio – Goya 2024 – EFA – NBR

Regia  di Ilker Catak

Cast: Leonie Benesch – Leonard Stettuisch – Micahael Klammer – Raffael Stachowiak

Sceneggiatura di Ilker Catak e Jphannes Duncker

Fotografia di Judith Kaufmann –  Musica di Marvin Miller

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web