Maresa Galli Quartet: il jazz a teatro

Angela Matassa

Strepitoso concerto alla Sala Molière di Napoli, diretta da Nando Paone, domenica 24 marzo 2024. Un ensemble in stato di grazia, ha proposto al numeroso pubblico una serie di standard di jazz, tra i più famosi, ma anche pezzi latino-americani, facendo salire il climax ad ogni brano. Il Maresa Galli Quartet, in una formazione apparsa perfetta per questa performance, ha coinvolto il pubblico di appassionati del genere musicale, tra i più fantasiosi, con Sketches of Swing.

Maresa Galli (foto NT)

Lasciavano col fiato sospeso i vocalizzi di Maresa Galli, che si è divertita a sottolineare il sound di celebri brani di Gillespie, G.Marks/S.Simons, da “How Insensitive” (N. Gimbel/V.de Moraes/A.C.Jobim) a “The Man I love” (G.Gershwin/I.Gershwin), da “My Funny Valentine” (R.Rodgers/L.Hart) a “A Night in Tunisia” (D.Gillespie/F.Paparelli. Mentre le improvvisazioni dei maestri che l’accompagnavano hanno sorpreso anche il pubblico più preparato.

Enzo Amazio alle chitarre, Ciro Troise alla batteria, Massimo Mercogliano al contrabasso, hanno eseguito pezzi di storia del jazz classico, non disdegnando qualche incursione. La celebre Summertime di Gershwin in versione funky è stata una delle sorprese della serata, così come All Blues di Miles Davis e ‘Round Midnight di Monk solo voce e contrabbasso.

I ringraziamenti della vocalist napoletana sono andati innanzitutto al direttore Nando Paone, che ha scommesso su questa serata, un evento fuori abbonamento, che ha riempito oltre il possibile la sala che da anni accoglie non solo prosa.

L’ensemble con Nando Paone

Uno spazio che ha aperto un varco culturale nel quartiere puteolano, già ricco di bellezze naturali e storiche.

«Il jazz è improvvisazione. Coniuga rigore e libertà. È un modo di stare al mondo. – spiega Maresa Galli – Di saper ascoltare, di viaggiare in punta di note. E’ stato fantastico suonare nell’accogliente “Sala Molière”».

I giochi musicali e gli scambi tra i tre musicisti, hanno confermato quanto il jazz possa essere una musica esaltante, che diverte e avvolge.

Entusiasta anche il direttore Paone, che – ha detto – intende aprire ancora di più ad eventi musicali e a concerti. Lui, appassionato di jazz da sempre.

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web