Sala Assoli-Moscato, stagione 2024/2025

Angela Matassa

Sala Assoli di Napoli è stata sempre la casa teatrale di Enzo Moscato, ma da oggi il teatro porterà anche il suo nome. Lo ha annunciato Igina Di Napoli, direttore artistico di Casa del Contemporaneo, presentando la stagione 2024/2025, che s’intitola Mestieri e Sentimenti. Un grande murale che lo ritrae con alcuni suoi versi, accoglie lo spettatore all’ingresso.

Teatro, musica, cinema, danza e fotografia rientrano come sempre nella prossima programmazione. “Io metto insieme i progetti. – ha spiegato Igina Di Napoli – Dopo aver valutato le proposte. In fondo, il ruolo del teatro è quello di prendere una posizione politica e poetica rispetto al mondo. In un’epoca, la nostra, destinata al cambiamento. L’idea della complessità muove gli artisti in ogni arte, per mettere a fuoco la realtà”.

Tanti gli eventi, con progetti speciali che affiancano il cartellone. In collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli Federico II, fra il 7 e il 9 ottobre, Sala Assoli accoglierà parte dei lavori di Enzo Moscato, il Teatro – Intimità dell’Ipogeo, a cura di Giancarlo Alfano. Tre giornate di studi sull’opera del drammaturgo napoletano. L’attività farà da prologo alla III edizione di We Love Enzo, dedica d’amore, che quest’anno coinvolgerà un’ampia rete di teatri metropolitani. Tra il 24 e il 26 ottobre, in un programma condiviso con l’Università degli Studi di Salerno e l’Università di Napoli L’Orientale sarà ricordato, nel centenario della nascita, Achille Mango. Mentre Nel Segno di Annibale, è il progetto sulla scrittura del drammaturgo stabiese. Del quale a novembre andrà in scena Anna Cappelli con la sua interprete per cui la scrisse, Benedetta Buccellato.  A questi artisti scomparsi, da non dimenticare, si aggiunge Francesco Silvestri, di cui sarà rappresentato “Topolino Crick”.

Lino Musella. “Come un animale senza nome” (ph Manuela Giusto)

E poi i quattordici titoli in abbonamento e i cinque gli extra. Come sempre accade, si registrano ritorni, come quello quarant’anni dopo di Antonella Morea .

Quattro gli eventi della rassegna Solo Danza. Con Dissonanzen di Alessandra Petitti, Korper di Gennaro Cimmino, Gabriella Stazio.

Fra gli appuntamenti ormai consueti per la music, Sala Assoli-Moscato, dall’1 al 3 novembre si terrà la IV edizione del Festival dell’Opera Buffa Napoletana, diretto da Massimiliano Sacchi e la II edizione di Epifonie – I suoni e l’incanto a cura di Marco Stangherlin. Sarà inoltre riproposto in primavera Stand-up Opera singolare esperimento di attraversamento dei generi musicali.

Fuori Controllo è spazio aperto per le giovani compagnie che vogliono mettere alla prova ipotesi ardite e innovative, con tre spettacoli in programma.

Si ripete l’esperienza del fortunato Napoli Queer Festival, curato da Giuseppe Affinito, per dare corpo e voce alle molteplici diverse identità di genere che costellano il paesaggio umano contemporaneo.

Benedetta Buccellato. “Anna Cappelli”

Infine, l’appuntamento settimanale de Il Sabato della Fotografia, il format ideato e condotto da Pino Miraglia.

L’apertura di stagione è fissata per il 4 ottobre 2024, con il rito sonoro “Naturale sconosciuto” di e con Mariangela Gualtieri. La chiusura il 30 marzo 2025 con “Primo amore” di Samuel Beckett.

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web