The Crown, l’ultima stagione degna della Regina

Renato Aiello

Colta anch’essa dalla tragica notizia della scomparsa della Regina Elisabetta II, la serie The Crown fermò le riprese in corso a settembre 2022 per rispetto nei confronti della sovrana. Giusto un anno dopo su Netflix, a novembre e dicembre 2023, la serie tv pluripremiata ha celebrato la sua figura con la sesta e ultima stagione, degna della monarca che è stata, al netto degli scandali e delle difficoltà incontrate nel suo regno.

LA PRIMA PARTE

Diana in The Crown

Arrivati ormai alla fine degli anni ’90, dopo una cavalcata nel tempo che ha attraversato mezzo secolo di Storia inglese, The Crown inizia le sue prime puntate, messe a disposizione degli abbonati della net tv, con la morte di Lady Diana a Parigi.

Il confronto con The Queen di Stephen Frears, che con Helen Mirren a suo tempo esplorò i fatti dell’epoca, può essere inevitabile ma la serie possiede tutto un altro respiro. Qui si esplora l’antefatto dell’incidente, tutta la storia d’amore (presunta) tra l’ex Principessa del Galles e Dodi Al Fayed, e l’introspezione è notevole. I dubbi, i tormenti da donna e madre di Diana emergono e avvincono lo spettatore alla poltrona come ha sempre saputo fare questo straordinario prodotto seriale.

Si scopre così che quell’estate di copertine sui tabloid e gossip era nient’altro che un artifizio, un tentativo da parte del rampollo di casa Fayed di guadagnare la stima paterna; e da parte del magnate egiziano di volare troppo alto, fino a bruciare le ali come Icaro. Notevole la puntata in cui si stabilisce quasi un confronto, attraverso montaggi alternati, tra il paparazzo italiano dello scatto di Dodi e Diana che fece la Storia, e il fotografo reale fedele alla sobrietà e allo stile di una volta.

L’obiettivo del proprietario di Harrod’s Fayed era quello accreditarsi presso l’establishment britannico e ovviamente fallì miseramente, nonostante l’acquisto di anelli e ville degli ex reali esiliati in Francia. Con tutto lo strascico di dolore e sofferenza per la perdita di un figlio per Mohamed Al Fayed, e di una madre per i due principi Windsor, William ed Harry.

LA SECONDA PARTE

Imelda Staunton

Nelle ultime puntate l’attenzione si concentra definitivamente sui figli di Carlo: teenager alla ricerca della propria identità e del loro posto nel mondo, già ribelli e scanzonati (inutile specificare chi dei due).

Il matrimonio con Camilla, inizialmente mal visto sia dalla Regina che dai due nipoti, chiude il cerchio e la serie. Con quel pizzico di sano humor british che ha sempre contraddistinto Lillibet, assillata dal dilemma dell’abdicazione (ci avrà mai pensato davvero alle soglie del secondo sposalizio del primogenito?).

A darle filo da torcere tornano le due Elisabette delle prime quattro stagioni di The Crown: quella giovane interpretata da Claire Foy e la più matura impersonata dal premio Oscar Olivia Colman.

LA REGINA IMELDA

Imelda Staunton nei panni dell’anziana regina Elisabetta II regala ancora una volta una performance toccante. Impassibile sia nel confronto col fantasma di Diana in Scozia, sia agli incontri col suo primo ministro laburista Tony Blair. La scena finale è poi l’omaggio vibrante a una donna eccezionale.

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web