Un’onda musicale ha invaso Napoli

Maresa Galli

Mercoledì 1° giugno 2022 un’onda musicale ha attraversato Napoli, da Via Toledo a Via Chiaia con arrivo nella Galleria Umberto I. Tanti giovani delle scuole che hanno compiuto un percorso musicale a marzo nell’ambito del Progetto Scuola Viva Azioni di Accompagnamento, si sono ritrovati nell’evento per la direzione artistica del Maestro Carlo Morelli. Il vulcanico direttore ha abbracciato simbolicamente la città e mostrato la bellezza e l’energia positiva dei giovani e dei docenti napoletani.

Maestro, il progetto che ha coinvolto circa 1700 alunni è partito qualche anno fa. Come sono state scelte le scuole che vi hanno preso parte?

“Sì, il progetto è partito già da qualche anno, poi c’è stata la pausa forzata e ha visto infine la fioritura in questo ultimo anno. C’era già un rapporto di amicizia con i presidi di licei musicali e tanti altri si sono candidati a partecipare. 28 gli istituti scolastici della Campania coinvolti, circa 1700 alunni divisi in 56 laboratori, seguiti da 56 esperti musicisti professionisti, 56 educatori, 120 volontari del servizio civile. 1500 le ore di formazione, non solo di musica ma di tante materie per un grande laboratorio: storia della musica, filosofia della musica, il rapporto tra musica e percussioni, tra musica e matematica. Dal piano dei suoni a quello filosofico. I giovani hanno suonato fino a pPiazza de’ Martiri per convergere in Galleria Umberto: dopo le orchestrazioni sinfoniche hanno cantato brani che sembrano banali ma in realtà sono un inno, “’O sole mio”, che ha coinvolto anche il pubblico, e la simbolica “We Are The World”, che hanno anche cantato con il Teatro di San Carlo alle “Universiadi”. Oltre il lavoro di docenza è stato fondamentale quello di orchestrazione e big band”.

Il concerto in Galleria

Tanti i soggetti coinvolti nell’evento: la Regione, le associazioni. Un lavoro di rete.

Il presidente Vincenzo De Luca investe su questo progetto che il prossimo anno potenzierò, l’assessore alla Scuola della Regione Campania, Lucia Fortini, monsignor Adolfo Russo, presidente della Fondazione “Fare Chiesa e Città”, le associazioni “Ad Alta Voce” ed “Asso.gio.ca.”, presieduta da Gianfranco Wurzburger. È importante il lavoro di rete e soprattutto far dialogare il centro con le periferie, far suonare insieme il “Cimarosa” di Posillipo e l’ “Aldo Moro” di Ponticelli e il “De Filippo” di San Giorgio, e così via”.

Riprenderà i concerti con il suo Coro e il “That’s Napoli Live Show”?

“Sì, e annuncio che è in uscita, a luglio, il nuovo cd del That’s Napoli Live Show e che presto saremo in concerto a Montecarlo”.

 

 

 

 

 

 

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web