Brividi d’Estate all’Orto botanico

Redazione

È la bellezza il fil rouge che muove il programma di Brividi d’Estate 2023. La ventiduesima edizione della storica rassegna organizzata da Il Pozzo e il Pendolo Teatro di Napoli, che tornerà ad animare l’affascinante cornice del Real Orto Botanico di Napoli. Nata da un’idea di Annamaria Russo, la rassegna è sostenuta dall’Università Federico II di Napoli. Proporrà quattordici spettacoli (due nuove produzioni, classici targati Il Pozzo e il Pendolo Teatro, tre compagnie ospiti) e le cene con delitto.

«L’Orto Botanico, che da ventidue anni ci regala e regala ai nostri spettatori una cornice mozzafiato, – dice la Russo – ci ha indicato la strada da seguire: mettere a segno un’idea di bellezza che si moltiplichi. Perché la bellezza non si somma, si moltiplica».

A inaugurare il programma alle ore 21, in occasione dei cento anni dal primo murder party tenutosi nel 1923 in una tenuta nobiliare delle campagne londinesi, uno speciale appuntamento de La cena con delitto. Una notte di luna crescente per il primo murder party della stagione, che il Pozzo e il Pendolo Teatro ha importato dalla Gran Bretagna.

Gli appuntamenti successivi: sabato 1 luglio (in replica domenica 2), in scena La Medea di Portamedina di Francesco Mastriani, con Rosaria De Cicco, Marianita Carfora, Sonia De Rosa, Gennaro Monti, Andrea De Rosa, Marco Palumbo, Alfredo Mundo, Michele Costantino, Rita Ingegno, Riccardo Maio, Elena Carbone. Drammaturgia e regia Annamaria Russo.

Brividi d’estate. “La Medea di Portamedina”

Giovedì 6 luglio, Titti Nuzzolese e Roberta Misticone saranno interpreti e autrici di Signora Odissea, con le elaborazioni musicali e la musica dal vivo di Francesco Santagata. Penelope e Circe vivono, respirano, combattono, troppo spesso immaginata all’ombra di un uomo, che le ha profondamente cambiate.

Sei una bestia Viskovitz, tratto dall’omonimo libro di Alessandro Boffa, è raccontato da un attore, Paolo Cresta, e da un jazzista, Carlo Lomanto, in scena venerdì 7 luglio.

Domenica 9 luglio sarà la volta de I misteri del chiostro. Madame sfogliatella e le altre di Annamaria Russo. Un viaggio lungo duemila anni, tra misteri e segreti, tra cripte e chiostri. Tra ombre evanescenti e storie d’amore finite nel sangue per ricostruire la storia dei dolci partenopei.

Giovedì 13 e venerdì 14 luglio sarà in scena Vipera di Maurizio de Giovanni. Alla fisarmonica Enzo Grimaldi e Nino Conte, adattamento e regia di Annamaria Russo. Ancora una volta Luigi Alfredo Ricciardi sarà costretto a muoversi tra i gironi infernali dell’animo umano per dare un volto e un nome all’assassino.

Il vecchio e il mare, il capolavoro di Ernest Hemingway, con Paolo Cresta e Carlo Lomanto, è in cartellone sabato 15 e domenica 16 luglio. Tre storie si intrecciano per tre donne, Maddalena, Desdemona e Clitennestra. Ragazze che dovresti conoscere da Margherite Yourcenauer e Christine Brückner, sarà in scena mercoledì 19 luglio con la drammaturgia e regia di Ramona Tripodi.

Giovedì 20 luglio, sarà Paolo Cresta sarà protagonista in Novecento, il noto testo di Alessandro Baricco. Un racconto di mare e di vita di un marinaio al suo ultimo viaggio è L’ultimo viaggio di Sindbad di Erri De Luca, prima novità della rassegna, in scena sabato 22 e domenica 23 luglio, adattamento e regia Annamaria Russo.

I giorni dell’abbandono di Elena Ferrante, con Rosaria De Cicco, adattamento e regia Annamaria Russo, è in programma giovedì 27 luglio.

Venerdì 28 luglio, Il cuore ha più stanze di un bordello di Gabriel Garcia Marquez, con Rosalba di Girolamo e Giulio Martino, adattamento e regia di Annamaria Russo.

Sabato 29 e domenica 30 debutterà la seconda novità della rassegna, La meccanica del cuore di Mathias Malzieu, adattamento e regia Annamaria Russo. È il 1874 e in una vecchia casa in cima alla collina più alta di Edimburgo il piccolo Jack nasce con il cuore completamente ghiacciato.

Giovedì 3 agosto, Mistero di una festa popolare di Gennaro Monti. Leggende, dicerie, tradimenti e “fatti di cronaca” da ascoltare, ballare e vivere insieme, proprio come in una festa d’estate.

La rassegna si concluderà, sabato 5 e domenica 6 agosto, con Il giorno dei morti di Maurizio de Giovanni, con Paolo Cresta e Ramona Tripodi, musiche di Luca Toller, adattamento e regia Annamaria Russo. Napoli, autunno 1931, il commissario Luigi Alfredo Ricciardi avvia un’indagine non autorizzata sulla morte, apparentemente accidentale, di un orfano.

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web