DELIRIO DI UN’ANIMA SOLA

Redazione

Basta un colpo d’occhio dalla platea per capire che Festa di compleanno, atto unico di Angela Matassa e Giovanna Castellano, mette in scena sì un party ma fuori dal cliché, senza invitati e senza allegria. La pièce, rappresentata al teatro Il Primo di Napoli, si apre mostrando un uomo ripiegato su se stesso, al buio, con la testa tra le mani: è Fabrizio, creatura fragile che nel giorno del suo quarantesimo compleanno si ritrova a fare il bilancio fallimentare della propria esistenza. Non ha colpe, lui, se è nato in una famiglia sbagliata, tiranneggiata da un padre-padrone che non ha saputo tenerla unita. Non ha colpe, lui, se non è in grado di amare le donne. Non ha colpe. Eppure è stato punito e confinato in una tragica solitudine. Cosa gli resta se non celebrare l’infelicità che lo imprigiona? Una cerimonia macabra anima d’improvviso l’essenziale scenografia di Armando Alovisi. Da una finestra, che qui è luogo dell’anima, si intravede una figura femminile immobile, quasi ieratica: è la trasfigurazione simbolica della madre, di colei che da compagna di giochi del protagonista si trasformò in sua antagonista, novella Giocasta che abbandonò il figlio facendogli mancare tenerezza e protezione. Fabrizio la chiama, la invoca, la implora mentre lei resta irraggiungibile. Nel delirio i ricordi subiscono un effetto deformante, i suoni diventano metallici e la voce materna una lontana eco fuori campo (affidata all’interpretazione dell’attrice Bianca Sollazzo che con questo spettacolo chiude la sua carriera). Di forte impatto emotivo, Festa di compleanno è un plot che indaga l’anima e i suoi intricati percorsi. Ottima prova per Arnolfo Petri nella doppia veste di attore e regista. Molti applausi per lui e per Angela Cotugno nel ruolo della madre, ma entrambi, anche quando avanzano sul proscenio per ringraziare, conservano intatta l’espressione tesa dei loro personaggi. Non un sorriso. Sarà che fuori, calato il sipario, tra intolleranza e omofobia c’è poco da ridere.
 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Nuovo progetto

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web